30 novembre 2010

Ultim'ora

Notizia! COTA dice: "Floris, quando mi sveglio la mattina e vado al lavoro sento il peso della responsabilità e dico: mamma mia!"


Essere prostituta di B. conviene, eccome

B. dice che le ragazze che raccontano dei festini sono pagate, perché non conviene dichiararsi "prostituta". E' l'esatto contrario: dà diritto a interviste e momenti di gloria che ti possono sistemare per sempre. Arriverà un giorno che il dibattito pubblico sarà libero dal sesso (in cui gli utilizzatori finali sono sempre uomini)?

Qui il mio post su Il Fatto.


28 novembre 2010

Rimpianti

"Mi sono presentata come una escort. Ho sbagliato. Gli avrei dovuto dire che volevo fare la velina".



23 novembre 2010

Fitto lo scolaretto


Berlusconi telefona a Ballarò, Fitto comincia a sudare freddo. Forse non ha fatto bene i compiti, e l'intervento del President è visto come una sgridata in diretta: non hai difeso l'onore del governo, cribbio.
Come uno scolaretto prova a rimettersi subito in riga, cerca di farsi vedere dal maestro che guarda da casa: delegittima i servizi andati in onda (collage di dichiarazioni video di Berlusconi, quindi non si capisce bene chi stia criticando), cerca di lanciare qualche risata beffarda alle domande del conduttore, fa no con la testa quando interviene la Bindi. Mi suscita quasi commozione quando cerca suggerimenti dai suoi consiglieri che lo circondano dietro: in pratica non ascolta neanche il dibatto, quindi non si capisce su che base può intervenire.
Quand'è che smetterò di provare imbarazzo per un Ministro della Repubblica?


19 novembre 2010

No ai magazzini nucleari NATO

Domani Berlusconi al vertice NATO: chiedigli di rigettare il piano di trasferire le bombe nucleari americane presenti in Europa in Italia!


18 novembre 2010

Più pilu

Geniale.


Cosa fanno i parlamentari radicali il 14 dicembre?

Cioè, fatemi capire. Cado dalle nuvole, forse sono stata io disattenta.
Dichiarazione di Pannella:
Quando si riconosce carattere e dignità di interlocutore politico al più antico partito nato in Italia, che sia Bersani, Berlusconi, Bossi o Di Pietro, noi riteniamo non solamente utile ma anche necessario un dialogo costruttivo sull'immediato e sulle prospettive.
Compreso che:
  • I Radicali sono nonviolenti e usano il dialogo come strumento di lotta politica (giusto);
  • I Radicali sono contro la caduta del governo e il ritorno alle elezioni perché un governo dovrebbe esistere per la durata del mandato conferitogli dagli elettori (giusto);
  • I Radicali non sono ideologicamente "di sinistra" (giusto);
Che significa: "quando si riconosce carattere e dignità di interlocutore politico al più antico partito nato in Italia"? Che se il Berlusca domani lecca il culo a Pannella e gli ritira fuori la strunzata che per fare la rivoluzione liberale del '94 (hahaha) c'è bisogno di una forza liberale e libertaria come i Radicali, allora il 14 dicembre i parlamentari radicali voteranno la fiducia a Berlusconi?
No, perché se così fosse (e spero vivamente che qualcuno mi smentirà), la mia tessera radicale del 2011 rimarrà nel cassetto delle "cose che avrei voluto fare ma che mi hanno impedito di compiere".


16 novembre 2010

Berlusconi's inception




14 novembre 2010

Donne e mignotte



Due notizie presenti sui quotidiani di questa domenica: la liberazione di Aung San Suu Kyi e l'apparizione di Ruby alla discoteca Karma di Milano.
Nel paese governato dalla giunta militare è una donna esempio per la libertà e per i diritti umani nel mondo a essere agli onori della cronaca. Da noi, paese "libero", le donne che riescono a emergere al momento sono quelle sulle quali pende il sospetto che abbiano avuto un rapporto sessuale con il Presidente del Consiglio. E questo sospetto frutta anche 10.000 euro per un'apparizione di meno di un'ora davanti a folle danzanti estasiate dalla regina.
Sapete che vi dico? Che mi sono veramente rotta di tutta questa merda. Che essere una donna in questo paese fa schifo. E che ho la netta percezione, ogni volta che vado in giro (dalla sagra al locale fighetto) che abbiamo fatto grandi passi indietro nell'emancipazione femminile. Sia ben chiaro: anche le donne sono responsabili di questo Medioevo femminile.
Una sola speranza: mi auguro che arrivi presto il momento in cui non dovrò più occuparmi di mignotte.


10 novembre 2010

L'aiutino al suddito di turno

Dopo l'aiutino a Ruby, ecco quello al Califfo. La mia considerazione è semplice e potrebbe sembrare persino demagogica: ma esiste un minimo di eguaglianza in questo paese? Ma soprattutto, gli italiani reclamano il principio d’eguaglianza, o si sentono forse più protetti nella condizione di sudditanza?
Su Il Fatto il post.


08 novembre 2010

Che politica scegli?



I primi erano dentro, i secondi a manifestare contro i primi.
Voi dove vi sareste posizionati?


Ciechi


Trailer di uno spettacolo teatrale cui ho dato una minuscola mano. Inquietante scenario possibile di un'epidemia gestita manu militari nelle fantasie (manco troppo) di Saramago.


07 novembre 2010

Tunnel

Là dove si contesta l'ordine precostituito e l'assetto immobile del potere io ci sono sempre. Dai rottamatori, però, c'era anche tanta speranza e propositività. Se non altro, mi hanno trasmesso una bella energia positiva.


04 novembre 2010

Lampade


Lascio agli altri la lettura del labiale, e mi permetto considerazioni molto più frivole: ma secondo voi si fa le lampade direttamente con la camicia indosso?