05 gennaio 2012

Stato debitore

Proposta: perché quelli che hanno i crediti nei confronti dello stato non possono scalarli dalle tasse? Forse aiuteremmo alcuni di quegli imprenditori che in questi giorni sono con l'acqua alla gola anche per colpa dello stato ritardatario nei pagamenti.


5 commenti:

Anonimo ha detto...

MONTI, I TASSISTI DICONO “NO” AI REGALI AGLI SQUALI DELLA FINANZA!

http://www.movisol.org/volantini/111215_volantino_uritaxi.pdf

Anonimo ha detto...

"Sin dal fallimento del tentativo di colpo di stato supportato dagli Stati Uniti contro Presidente venezuelano Hugo Chavez nell’aprile del 2002, Washington ha intrapreso una varietà delle strategie per rimuovere il troppo popolare dirigente sudamericano. Le sovvenzioni multimiliardarie ai gruppi anti-Chavez in Venezuela tramite le agenzie governative degli Stati Uniti, come la National Endowment for Democracy (NED) e la US Agency for International Development (USAID) sono aumentati esponenzialmente nel corso degli scorsi dieci anni, così come il sostegno diretto politico attraverso consiglieri, strateghi e consulenti con lo scopo di favorire un’ascesa al potere di un’opposizione impopolare e antiquata.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9665

ciao avaazista :)

Anonimo ha detto...

Ahimé, burocrazia ed una legislazione contradditoria non aiutano di certo. E' altresì vero che un cambiamento radicale in quattro e quattr'otto potrebbe sconvolgere l'equilibrio generale - ammesso ve ne sia uno - ma a questo punto non pare meglio aiutare a piccoli efficaci passi?
Sarà già stato ripetuto da qualcuno, comunque combattere l'evasione diffusa cominciando a rendere detraibili in larga parte i costi per servizi di pubblica utilità sebbene forniti da privati?
Liberalizzare in blocco è un'altra spada di Damocle, o funziona o non funziona AFFATTO: basti vedere ove lo si è provato fuori confine; forse una via di mezzo....

- Denis dalla 'sua vicina' Ravenna

Luigi Sibilio ha detto...

Giulia, ottima idea!...perché non raccogliere consenso intorno alla proposta mediante la comunità di Avaaz?

Prendo spunto invece da Barnard per un'altra proposta su cui focalizzare l'opinione pubblica ora che i partiti si accingono a votare una nuova legge elettorale, la quale dovrà garantire il diritto di sfiduciare col voto l'intera classe politica esistente mediante il riquadro "Nessuno di questi" apposto sulle schede elettorali. Se marcato dagli elettori questo riquadro dovrà poi essere conteggiato come seggi vuoti in Parlamento.

Ciao e grazie.
Luigi

Anonimo ha detto...

riguardo la sfiducia popolare concordo con lei luigi!