02 febbraio 2012

Flessibile è bello

Monti arriva tardi: i giovani non "devono abituarsi a non avere un posto fisso nella vita", perché già ora quasi nessuno ce l'ha e quasi nessuno lo sogna. Monti deve rivolgersi ai sindacati e a quei partiti che ipocritamente hanno scaricato tutta la flessibilità su di noi, raccontandoci prospettive di un mondo che non esiste più. Basta descriverci come i bamboccioni che aspettano il posto fisso: pensate invece a darci le tutele che devono accompagnare la flessibilità, e subito.


1 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao,hai ragione quando affermi che i precari avrebbero bisogno di maggior tutele,pero' ti ricordo anche che una parte di ricchezza e della produzione industriale si e' spostata dall'altra parte del mondo.
Quindi e' inutile che ci prendiamo,e ti prendi giro,pensando che i politici possano risolvere il problema delle tutele lavorative.
Vuoi risolvere il primo problema?
Inizia a non votare piu' nessuno,dato che ti hanno preso in giro per anni,o forse ti prendono ancora in giro.
Le persone devono rendersi conto che i nuovi mercati emergenti domineranno la scena economica mondiale per i prossimi decenni,e noi non saremo in grado purtroppo di rivolvere la situazione.E' inevitabile che qualcuno ci rimetta(compresi i diritti e tutele).
Il problema piu' serio e' un'altro in questo momento.
Rifletti come mai La Russa ha ordinato 110 caccia bombardieri,e anche il resto d'Europa ha fatto la stessa cosa.
Se' l'America e l'Europa non riusciranno a risolvere i loro problemi economici,cosa che credo impossibile,penso che lo scenario mondiale che si potrebbe creare,sara' assai piu' tetro di un posto di lavoro precario.