2 febbraio 2013

Non siamo giornalisti a 5 stelle, siamo giornalisti e basta

Qui il video della mia risposta a Grillo.
Beppe Grillo attacca il mio servizio sul debito del Comune di Parma con le banche, che conterrebbe delle inesattezze talmente gravi da far richiedere la chiusura di tutta La7, non solo di Servizio Pubblico. Grillo invita a vedere l’intervista integrale che ho fatto al sindaco Pizzarotti, ma aggiunge queste sue violente considerazioni perché evidentemente non gli basta che il pubblico possa semplicemente limitarsi a guardare l’intervista integrale e confrontarla con il mio servizio. Noi diciamo che è proprio quello che dovete fare, guardare tutte e due le cose: il mio servizio e l’intervista integrale che Pizzarotti ha caricato su YouTube. Non fermatevi al titolo: guardate tutte e due e fatevi la vostra idea.

Ma andiamo al punto. Parma è indebitata per 846 milioni di euro, e non certo per colpa del Movimento 5 Stelle. Come lo stesso sindaco Pizzarotti dice nell'intervista che abbiamo mandato in onda, da una parte “ci sono i debiti con i fornitori, cioè imprese che hanno lavorato - e lavorano, aggiungiamo noi - per il Comune, e quelli vanno pagati senza discutere”. Ma quello che interessa di più, invece, sono i debiti delle società partecipate: parliamo di 579 milioni di euro (e sono dati del commissario straordinario, non miei). Una cifra molto molto rilevante, se pensiamo che il debito complessivo è di 846 milioni. Una grossa fetta di questi debiti delle società partecipate è con le banche.

La domanda è: questi debiti vanno ripagati? Alcuni cittadini della Commissione audit sul debito che ho intervistato sostengono che questa parte del debito vada rinegoziata con le banche, dopo che una commissione d'inchiesta ne verifichi la responsabilità. Pizzarotti sembrava essere d'accordo in campagna elettorale, visto che disse: "Non pagheremo i debiti illeciti". Quello che abbiamo fatto nella nostra inchiesta, quindi, è stato capire innanzitutto se vi siano dei debiti illeciti, e poi se sia possibile non pagarli. Siamo andati a vedere per esempio la società partecipata SPIP, che ha un debito con le banche che ammonta a 1/8 del debito totale del comune di Parma. In questo caso le banche hanno erogato dei mutui ipotecari su dei terreni che erano stati acquistati a un prezzo superiore fino a 10 volte tanto il valore di mercato, mutui che potevano essere elargiti per contratto solo con la garanzia di edificabilità: peccato che questi terreni siano ancora a destinazione agricola. Ci sono stati degli illeciti oppure è stato tutto regolare? I cittadini della commissione sul debito chiedono di indagare e, qualora emergesse la responsabilità delle banche, di rinegoziare con loro la parte del debito che va pagata.

Il sindaco con noi è stato evasivo. Grillo sul suo blog parla della cessione della quota Stu Pasubio (un’operazione che avrebbe permesso al comune di diminuire il debito di 44 milioni). Basta ascoltare l'intervista integrale: questa cosa Pizzarotti con me non l’ha mai menzionata. Evidentemente Grillo ne sa più dello stesso sindaco…

Anche sulla diminuzione del 10% degli stipendi di sindaco, vice-sindaco e presidente del consiglio comunale, Pizzarotti nell’intervista non ne parla. Il sindaco rivendica inoltre un risparmio di 250.000 euro l'anno sulle auto blu. Ho puntualmente mandato in onda questo riferimento: Pizzarotti parlava di 300.000 euro.

Non negano, né Grillo ne Pizzarotti, che per far fronte a questa situazione difficile alla città stiano stati richiesti grossi sacrifici: tagli ai servizi e aumenti di tasse, come le tariffe degli asili. Nel servizio dico che i genitori si trovano a pagare tariffe maggiorate "fino al 70%". Pizzarotti sottolinea che le rette delle scuole sono aumentate soltanto per il 20% degli abitanti. Infatti non ho mai parlato di un aumento generalizzato delle tariffe.

Forse il sindaco avrebbero voluto dire di più e meglio, deduco che lo avrebbe voluto anche Grillo. Ma chi meglio del sindaco stesso può rispondere sulle questioni che riguardano la città di Parma? Anche su questo c’è bisogno di una consultazione ex post con i “capi” Casaleggio e Grillo? Risponda lui, il sindaco, anziché far rispondere o scrivere altri. Pizzarotti ha detto che avrei tagliato le sue risposte in modo da renderle "ridicole o incomprensibili". Anche dopo aver letto la versione con il marchio di garanzia di Casaleggio e Grillo - pubblicata oggi, più di un giorno dopo il mio servizio - non riesco a capire dove siano le manipolazioni: cosa avrei manipolato?

A questo punto penso che Grillo mi dovrebbe delle scuse, ma non me le aspetto. Ha una strana concezione del giornalismo. Ogni volta che un giornalista pone quantomeno degli interrogativi o fa degli approfondimenti sull'operato dei 5Stelle, o è un venduto o un servo. Ancora non è arrivato a dire come Berlusconi che chi osa criticarlo è un comunista, ma di questo passo… Io mi limito a parlare del mio lavoro. Per quanto riguarda le accuse che Grillo rivolge a La7 e al suo editore Telecom, se vuole ne parlerà Michele giovedì. Io rispondo del mio lavoro, che ho svolto in piena autonomia, perché noi non siamo giornalisti a 5 Stelle, siamo giornalisti e basta.

Un P.S. per Grillo: se vuoi invitare i lettori del tuo blog a verificare coi loro occhi il lavoro da noi svolto, dovresti mettere un link anche al lavoro incriminato. Ma forse ti conviene di più gridare alla manipolazione, e sperare che venga letto solo il titolo…


72 commenti:

Anonimo ha detto...

mamma mia quanta falsità anche di fronte all'evidenza. Avete tentato di disinformare su Pizzarotti, avete fatto una figura di m... e continuate ancora? ma fatela finita che fate più bella figura!

Anonimo ha detto...

Ma ha proprio le unghie affilate, ne sento il rumore sui vetri!

Anonimo ha detto...

Sinceramente, non mi piace come fai i servizi, quando partono cambio canale.
Però mi sono costretto a guardare questo perché lo attacca Beppe dal blog, a proposito, non occorre che mette il link, non siamo mica idioti ci metti 12s netti a trovare il video sul sito di servizio pubblico.
Principalmente cerchi di far passare tre "scandali" dal tuo servizio.
1) Aumento del prezzo dell'asilo (I BAMBINI!!! belli fanno sempre colpo, brava) alle povere famiglie che non arrivano a fine mese.
Vabbe, facciamo finta che l'hai fatto in malafede perché non sapevi che il prezzo è aumentato solo per quelle fasce di reddito che se lo possono permettere. Però una retifica con uno "scusate" anche piccolo il tuo ego poteva anche accettarlo.
2) L'inceneritore, cardine di battaglia del Movimento e di Beppe! Lo fanno!
E qui giustamente specifichi che la penale era troppo alta per fermarlo. Tanto riusciremo a fermarlo in qualche modo, lo faremo fallire.
3) Il debito delle società partecipative in mano alle banche, perché non si rinegozia anche se lo urlavamo in campagna elettorale?
Qui ci hai dato pesante, più di metà del servizio era su quest'ultimo punto. Con tanto di discussione con alcuni cittadini e riprese in esterna dei terreni.
Perché EVASIVO? Perché non hai fatto vedere un secondo dell'intervista integrale dove Pizzarotti parla di quello che stanno facendo anche per questo problema (precisamente dal 6:28 7:07 dell'intervista integrale che c'è sul blog di Beppe). Potevi anche chiedere spiegazioni più estese se non avevi capito il concetto, non mi sembra che sia stato EVASIVO.

Smontati questi punti, si passa al cavallo di battaglia della risposta, l'arma più utilizzata contro il movimento.
Lo spauracchio Grillo-Casaleggio che vegliano su tutto, con tanto di belle parole che incutono terrore "capi" "consultazione ex post" "marchio di garanzia".
Bel tentativo, un po ritrito, ma sempre in auge.
Quello che hai manipolato te l'ho spiegato sopra e ci sarebbe anche da discutere dei cambi di inquadratura "ad hoc" e del taglio dell'ultimo concetto di Pizzatorri, ma devo andare a cena.

Io penso che lei debba delle scusa, sia a Grillo e a Pizzarotti, poi guardi lei.

Senza stima,
Giorgio

Anonimo ha detto...

certo che questi "penta stellati" sono proprio una mandria di pecore... i classici italioti senza memoria... non si ricordano di quando Santoro (ancora in rai) era l'unico a dare a loro spazio e a prendersi "sberle" da destra e sinistra...

Anonimo ha detto...

Avete infamato, davanti al 13% di share di cui tanto ti vanti, un gruppo di persone che a Parma stanno facendo miracoli per dare un futuro ad un Comune sostanzialmente fallito per colpa della malapolitica che ci governa da sempre. Grazie per il servizio pubblico reso.

Cristian,
Monza.

PS: Io un sindaco come lo hanno a Parma... continuo solo sognarlo la notte! Forza Federico!

Anonimo ha detto...

Giorgio ha perfettamente chiarito i punti. Se la Innocenzi chiedesse scusa per la figura pessima che hanno fatto ne guadagnerebbe di credibilità. Evidentemente non può farlo e tenta di arrampicarsi sugli specchi.

Anonimo ha detto...

INVITO TUTTI A VEDERE

- intervista integrale Pizzarotti
http://www.youtube.com/watch?v=2-xCgsz69xc

- servizio di Servizio pubblico
http://www.youtube.com/watch?v=rTgrc8i7BCU

fatevi un'idea voi. A mio parere il video di servizio pubblico manipola totalmente la realtà.

Beppe Grumbi Melchionna ha detto...

Codardi
mettete nomi e cognomi
alle vostre scuse e accuse
e idee puzzolenti

Anonimo ha detto...

Ma basta con questa disinformazione di regime, con il solo pensiero di difendere l'indifendibile e soprattutto il capo ( rivolto al M5S). E' una evidenza ciò che il sindaco Pizzarotti sta facendo a Parma, non ci vuole mica un genio a capirlo. Poi fatemi capire il debito di un comune di chi è? Qui si parla della vita della gente. Voi giocati su temi che non hanno ne testa ne piedi. Oggi a Bologna ha anche detto di porre il limite di 5000 € lordi alle pensioni. Secondo voi quanti dei "ricchi" e non ricchi pagheranno più le tasse, i contributi pensionistici ??? Basta usare certi temi impossibile d'attuare, illudendo la gente per prendere qualche voto, così come ha fatto Pizzarotti a Parma. Perchè non ci voleva mica un genio per sapere che se si firma un contratto poi per recedere devi pagare una penale. Lo sanno anche i muri ciò. Quindi basta buttare fumo negli occhi alla gente.
P.s Io con ciò non voglio mica dire che gli altri partiti siano migliori o no, ma visto che la questione qui discussa è sul M5S parlo di ciò. Io prima di parlare mi documento. Non bisogna parlare da estremisti. Bisogna ragionare su ciò che si dice, si sente e non parlare per convinzioni ideologiche allarmanti sotto il punto di vista della democrazia.
La libertà e la democrazia vanno sempre difese con le unghie e con i denti.
Quindi per l'idea di Grillo chiudiamo tutte le imprese che hanno debiti e passivi.
Usate il cervello, non fa male.
Giovanni Frascella.
P.s Abbiate almeno il coraggio di firmarvi.

la schiuma ha detto...

I giornalisti non devono mai chiedere scusa. Se costruiscono dossier falsi e diffamatori con intenti indicibili, devono pagare penalmente il loro crimine. Ma se lavorano con serietà, facendo inchieste, cercando di informare in modo critico e anche aggressivo, non devono scuse a nessuno. Le scuse le fanno i leccapiedi ai potenti, non i giornalisti. I giornalisti, in un paese normale, hanno il compito di fare le pulci ai potenti, simpatici o antipatici che siano. Non esiste una verginità politica dei 5 stelle e tantomeno di beppe grillo. Esiste piuttosto una permalosità irritante, guai a toccare Grillo e dintorni; ogni volta che qualcuno esprime una critica, la reazione è di rabbiosa indignazione. Lesa maestà, signor Giorgio? Non so se il "noi" significa che chi commenta attaccando la giornalista sieda in consiglio comunale; se è così, sarebbe ora che cercasse le soluzioni alternative all'inceneritore sviluppandole con serietà, più che dire "lo faremo fallire". L'unica cosa seria da fare per affamare l'inceneritore, sarebbe quella di separare la raccolta differenziata da Iren, che l'inceneritore deve alimentarlo. Lo stesso gestore non può occuparsi di raccolta differenziata e di conferimento rifiuti all'inceneritore. Le altre sono solo chiacchiere buone per gli ingenui, i disinformati, gli sprovveduti. E il diritto di informare è costituzionale. E se un servizio è fatto bene o male non lo stabilisce certo Grillo o i grillini, ma chi dal servizio può ricavare il giudizio di sapere più cose o meno cose rispetto a prima di vederlo. Fare informazione non è dare il microfono a chi gestisce il potere o a chiunque altro, è essere vigili, critici e stimolanti. Anche polemici. Altrimenti i cervelli si addormentano, ma forse anche "voi" preferireste il sonno altrui, tanto come i politici che attaccate. La democrazia partecipata non è parlare senza contradditorio direttamente agli elettori (diventano più pubblico, che cittadini, così), è sviluppare delle procedure complesse che prevedono la partecipazione di tutti i portatori di interesse, è ricomporre i conflitti tramite il dialogo e il coinvolgimento.
E anche passare dal tu al lei nel rivolgersi alla giornalista è quantomeno inelegante. Veda lei, signor Giorgio

Anonimo ha detto...

Questo passaggio del suo post dimostra la sua malafede:
< Forse il sindaco avrebbero voluto dire di più e meglio, deduco che lo avrebbe voluto anche Grillo. Ma chi meglio del sindaco stesso può rispondere sulle questioni che riguardano la città di Parma? Anche su questo c’è bisogno di una consultazione ex post con i “capi” Casaleggio e Grillo? >

Il sindaco è palesemente in buona fede e per nulla evasivo sulle domande. Che bisogno c'era di scrivere un post con questi toni e queste allusioni, se lei fosse stata davvero senza secondi fini nel fare l'intervista?
Un pò mi dispiace, da una giovane giornalista mi aspettavo maggiore obiettività, equilibrio e buon senso.

Luk75 ha detto...

io lo dico da una vita che è identico a Berlusconi, ma nessuno mi crede...

Anonimo ha detto...

Credo tu sia in buonafede. Ma l'aumento per l'asilo ad esempio perché non avete detto che riguarda le fasce di reddito più alte?
Al di là di questo insomma fate troppo cinema: un pezzo di qua, uno di là, la colonna sonora drammatica. Ma a casa secondo voi cosa capiscono? L'elettore distratto secondo voi che messaggio ha recepito? Questo: Pizzarotti uguale agli altri. Non avete spiegato bene cosa ha fatto Pizzarotti e di chi è la colpa dei debiti. Avete messo tutto in un calderone. E' proprio come è montato il servizio che fa incazzare.
Dovreste prendere esempio da trasmissioni come 60 minutes che usano la grafica e cercano di far capire le cose anche a un bambino di 12 anni. Invece spingete solo il lato emotivo dello spettatore.
Santoro probabilmente da piccolo sognava di fare i film e non il giornalista. I servizi che fate voi vanno bene per fare ascolti, ma fare informazione è un'altra cosa.

D.M. ha detto...

Quello che importa davvero: il M5S a Parma ha permesso a chiunque di proporre o di dire la sua al riguardo le difficoltà del comune mediante appuntamenti o qualsiasi cosa dedicata all'ascolto del cittadino?
I signorotti che hanno mangiato sopra saranno da prendere ed appendere una volta espopriati e spolpati come a loro volta han già fatto sulla pelle dei comuni mortali. Senza bastone l'itaGlia rimarrà sempre la ciofeca attuale. (temo di carota se ne sia usata troppo)
Mah, un'intervista è un'intervista e come dicono agli sgommati i pupazzi di Santoro e Travaglio: "siamo scomodi". E' un tipo di giornalismo, che piaccia o meno. Buona fine settimana a tutti.

Anonimo ha detto...

Sono contento nel constatare che non sei consapevole della manipolazione del tuo "servizietto privato", mi sarei molto arrabbiato se lo avessi fatto a posta.

Posto anonimo perché è il detto che ha significato.
Cmq. mi chiamo Stefano Stefanelli

Anonimo ha detto...

Nel tuo servizio Pizzarotti avrà parlato
un paio di minuti contro i 21 di quella integrale.
Io seguo sempre il vostro programma (molto meglio di altri )
ma questo servizio lo trovo fuorviante.
Penso che Pizzarotti abbia ragione.
Raffaele, Grosseto

Andrea Rizzon ha detto...

Non siete giornalisti a 5 stelle, su questo non ci piove.
Il fatto poi che neghiate con tanta veemenza di non aver agito in malafede vi fa diventare tanto, troppo simili ai clows che spesso sono stati invitati a Servizio Pubblico.
Comunque sereni e tranquilli, non sarà Beppe Grillo a chiudere la7, non ne ha ne il potere la volontà ne tantomeno il bisogno. Non siete così importanti ne per Beppe Grillo ne per il M5S , le strade attraverso le quali il m5s otterrà i consensi elettorali sono ben differenti da quelle che siete abituati a "servire".
E se i consensi raggiunti non saranno sufficenti per modificare la situazione catastrofica in cui il nostro paese stà sprofondando potremmo sempre dire di averci provato. E Voi?
Probabilmente La7 chiuderà, ma se chiuderà sarà a causa dei suoi problemi finanziari non certo per volontà del megalomane Beppe Grillo (altra perla della vostra informazione)
Non eravate così protettivi nei confronti di la7 un paio d'anni fa quando la7 vi ha garbatamente chiuso la porta in faccia ed avete fatto cassa, infinocchiando anche i poveri illusi come il sottoscritto. La prox volta invece di 10€ è facile che vi becchiate 10 vaffa. Pochi ma estremamente convinti come lo erano i 10€.
Saluti a Gargamella, mi raccomando non approfondite più di tanto quel piccolo imprevisto occorso a MPS altrimenti ci rimane male, e poi per le economie del popolo italiano il costo delle rette deglii asili di parma sono molto più importanti.
Buon divertimento.

Giorgio Manunta ha detto...

Gentile dott.ssa Giulia,
non sono un giornalista e l'umiltà che mi ha sempre guidato in tutte le mie azioni mi porta a pensare che sia una cosa estremamente difficile.
Una cosa mi ha sempre colpito vedendo i classici e memorabili film sui giornalisti: l'ardore nella ricerca della verità.
Venendo al nostro caso non la voglio sminuire con la verità di un'intervista, ma voglio lasciarla su un livello più grande e generale, riportandola sul suo accusatore e mi chiedo: perchè sta facendo questo? qual è il suo fine ultimo?, un fine economico? oppure di onnipotenza? ... e ancora non trovo risposte.
Giorgio Manunta

Valente Spirito ha detto...

Le ho viste entrambe le interviste e prima quella di Servizio Pubblico e sono rimasto schoccato da lei che stimavo e da Servizio Pubblico.
Pizzarotti ha ragione un simpatizzante del m5s resta deluso nel vedere le sue risposte nella sua intervista;
ma solo vedendo quella integrale comprende che c'è stata una volontà di mettere in cattiva luce il sindaco.
Lei ha toppato!
Se ne faccia una ragione!

Anonimo ha detto...

Arriva ? Ma quanto ti senti figa ?

Gigi Profumo di cuoio ha detto...

Gentilissima Giulia, ammiro molto la vostra trasmissione e ho sempre ritenuto che servizio pubblico diceva le cose come stanno, cioè senza padroni. Effettivamente nel servizio che hai fatto sono rimasto un po perplesso verso il sindaco di Parma, proprio perchè stiamo attraversando un periodo molto difficile sia politico che finanziario, ho avuto un attimo di perplessità sul M5S ma vedendo l'integrale mi sono ricreduto, al mio giudizio la fregatura sta nel montaggio, che lascia intendere la malafede di Pizzarotti.
Con stima Gigi

Anonimo ha detto...

Onestamente non sono un simpatizzate di grillo, ma questa volta hai/avete toppato.
Servizio veramente fazioso, alla Report de' noi altri.
Il tuo taglia e cuci mette il sindaco veramente in cattiva luce, l'intervista integrale mostra invece una persona opposta, concreta, pragmatica e direi responsabile (Non in senso scilipotiano).

Dovreste chiarire e scusarvi con noi telespettatori.

PS: che pi grillo la spari grossa su LA7 è off topic

Mauro Felluga ha detto...

servizio pubblico, che tristezza.

Anonimo ha detto...

"Non eravate così protettivi nei confronti di la7 un paio d'anni fa quando la7 vi ha garbatamente chiuso la porta in faccia ed avete fatto cassa, infinocchiando anche i poveri illusi come il sottoscritto. La prox volta invece di 10€ è facile che vi becchiate 10 vaffa. Pochi ma estremamente convinti come lo erano i 10€."
Quoto in toto! proprio così, Innocenzi ora mi ha deluso assai. PS spero che almeno il grande PIF voti m5*
Giovanni Giovannelli

Anonimo ha detto...

taglio pessimo , servizio pessimo , reporter pessima . Epic fail , cambia lavoro .

Anonimo ha detto...

Cara signorina Innocenzi,
non sono mai stato un suo fan. Ma oggi sono qui ad esprimerle tutta la mia solidarietà, per quel che vale.
Purtroppo i fascisti telematici a 5 stelle sono stati sguinzagliati contro di lei, come squadracce del ventennio, dal loro ducetto, o meglio dall'autore dei 2 minuti d'odio quotidiani a 5 stelle (forse casaleggio junior). Da mesi, ormai, Grillo e Casaleggio hanno gettato la maschera. Da mesi io ed altri denunciamo sul Blog di Grillo la terrificante deriva fascista ed autoritaria che il m5s ha preso. Inutilmente. Per farsi un'idea, visiti il sito nocesura.eusoft.net, che un anonimo (il quale si firma semplicemente "amministratore") ha creato per raccogliere i commenti sistematicamente censurati sul blog. Solo il post che riguarda la sua intervista a Pizzarotti ne conta 100.
La prego, faccia tesoro di questa esperienza e denunci anche lei pubblicamente la pericolosità di Grillo, Casaleggio e dei loro seguaci. Sono in gioco, come ha potuto tristemente constatare, le nostre libertà fondamentali. E' in gioco la sicurezza democratica dello Stato.
La sua posizione "privilegiata" nel mondo dei media le impone, si impone, di agire per il bene della Repubblica.
La prego signorina Innocenzi, continui a scrivere ed a fare giornalismo come ha sempre fatto: non incontrerà sempre il mio entusiasmo, ma potrà sempre contare sulla mia solidarietà di uomo, di cittadino, di democratico.

Anonimo ha detto...

e.c.

il sito su cui vengono raccolti i commenti censurati dallo staff del blog di grillo è nocensura.eusoft.net

ci tengo a sottolineare di non esserne l'autore nè il gestore. sono solo un italiano onesto e democratico.

Anonimo ha detto...

Non so se sia più penoso il tuo escursus politico dai giovani di AN al PDbersaniano passando per i radicali e montezemolo o la miseria umana e culturale dei grulloni che ti scrivono.

Povera l'italia che ha sempre bisogno di eroi e di martiri per rimandare l'età adulta.
Siete piccoli e meschini, tutti.

Anonimo ha detto...

E' fuor di dubbio che il servizio, così come svolto e montato sotto la giuda di Giulia Innocenzi, non renda merito alle capacità e al senso espressi dal sindaco Piazzarotti.

Detto questo, il punto rilevante è il seguente (dato che dalla gestione del debito dipendono in ordine inferiore le scelte possibili in materia di welfare):se è vero che su 846 milioni di euro di debito per il comune, quello riconducibile alle società partecipate ammonta a 579 milioni, allora Pizzarotti durante l'intervista ha mentito. Testuale: "Peccato che la a grande quantità dei debiti non è, per quanto riguarda il comune, verso le banche (creditrici nei confronti delle società partecipate comunali), ci son da pagare i fornitori che han lavorato…" (min. 5,34).
A questo proposito mi domando perché il giornalista non ha presentato tali dati al sindaco in sede d'intervista, una volta ricevuta una risposta secondo le carte in suo possesso non rispondente al vero.

Anonimo ha detto...

0)ahahaaha Ma sul serio?

1)"andiamo al punto!!Parma è indebitata per 846 milioni di euro Ma quello che interessa di più, invece, sono i debiti delle società partecipate: parliamo di 579 milioni di euro. Una grossa fetta di questi debiti delle società partecipate è con le banche."

Quant'è una grossa fetta?cos'è la prova del cuoco?è più o meno di una scoreggia molto puzzolente?(quanto è il debito totale verso le banche?)

2)"La domanda è: questi debiti vanno ripagati?... "Non pagheremo i debiti illeciti".Siamo andati a vedere SPIP Ci sono stati degli illeciti oppure è stato tutto regolare? I cittadini della commissione sul debito chiedono di indagare e, qualora emergesse la responsabilità delle banche, di rinegoziare con loro la parte del debito che va pagata."[Il sindaco con noi è stato evasivo]
2,1)in generale dal min 8:00 in poi e nello SPECIFICO (ispip) dal min 8:30.
2,2)Ancora dal minuto 09.45 domanda. Quindi il debito rimane,a quello non si può fare niete...? risposta: NO la parte buona del debito,quella rispetto ai fornitori la stiamo pagando. Per quanto riguarda le PARTECIPATE il piano NON prevede erogazioni di risorse da parte del comune se non per la scuola europea!tutto il resto si sostiene con le proprie risorse!Piano economico ecc.
2,3) min 11.30 domanda:cosa si sente di dire ai cittadini-debito-amministrazione criminale. Risposta ADESSO CI COSTITUIREMO PARTE CIVILE,cercheremo di ricuperare quello che è possibile.....

3) Infatti non ho mai parlato di un aumento generalizzato delle tariffe.>>>> ultimi 4 min dell'intervista dedicati al caso.....La notizia è stata riportata chiaramente e con obbiettività?,il telespettatore aveva tutti gli elementi per comprendere la situazione? Un capolavoro!Effettivamente hai solo omesso di dire,e l'omissione non è bugia,chiaro. Mettiti nei panni del telespettatore riguardati il capolavoro e dicci cosa se ne ricava. Neanche da Emilio!!

4)non basta saper porre le domande,si deve essere anche in grado di capire le risposte!Altrimenti finisce che uno parla 20 min in modo chiaro e esaustivo della situazione economica della sua città senza inculcare nulla nell'interlocutore,per poi sentirsi pure dare dell'evasivo.....

5)..... Ma forse ti conviene di più gridare alla manipolazione, e sperare che venga letto solo il titolo… ......

Anonimo ha detto...

Detto questo, il punto rilevante è il seguente (dato che dalla gestione del debito dipendono in ordine inferiore le scelte possibili in materia di welfare):se è vero che su 846 milioni di euro di debito per il comune, quello riconducibile alle società partecipate ammonta a 579 milioni, allora Pizzarotti durante l'intervista ha mentito.

RICONDUCIBILE.Le partecipate hanno creato debiti verso fornitori....di quei 579 milioni solo una "grossa fetta" è verso banche.:-D

antifuffa83 ha detto...

Mi pare che la Innocenzi abbia fatto le domande (giuste o sbagliate che siano) e che poi il servizio sia stato montato in malo modo, vuoi per imperizia o per malafede. E' sbagliato dare la colpa a lei se non c'entra niente. Il fatto però è proprio questo, fare informazione parziale dicendo che gli asili sono aumentati (sembra per tutti, anche per le fasce meno abbienti) omettendo che sono aumentati solo per coloro che hanno redditi da 32.000 euro in su.
Ho sentito che si parla di un aumento del 70% il che fa un po' rabbrividire e soprattutto indignare, ma questo è un altro discorso...

Anonimo ha detto...

sono esterrefatta per l'aggressività verbale di cui sono capaci i grillini. Concordo perfettamente con il punto di vista di giulia, ci manca solo che a seguito di domande scomode cominciano a definire i giornalisti comunisti o gli italiani dei "coglioni", come fece berlusconi. questa deriva qualunquista e destrorsa mi spaventa, perché sembra di aver a che fare con i sansepolcristi dei primi del novecento.

Anonimo ha detto...

Mia cara vacci Tu a fare il primo cittadino a Parma,
probabilmente saresti più brava a farti dare ulteriori prestiti... :-)
Pensi davvero che i soldi caschino dal cielo ?

Anonimo ha detto...

Non so se sia più penoso il tuo escursus politico dai giovani di AN al PDbersaniano passando per i radicali e montezemolo o la miseria umana e culturale dei grulloni che ti scrivono.

Povera l'italia che ha sempre bisogno di eroi e di martiri per rimandare l'età adulta.
Siete piccoli e meschini, tutti.

Anonimo ha detto...

Ma non ti vergogni cara Innocenzi? questo sarebbe giornalismo? sono stupefatto, sbalordito della sua malafede, di come abbiate tagliato e montato ad arte l'intervista di pizzarotti, di come trapelasse l'intenzione di denigrare il movimento 5 stelle.
Io mi sono un po stancato di questo giornalismo militante, non sarebbe il caso di tornare a fare seplicemente giornlismo?

Maurizio Merea ha detto...

Cara Giulia Innocenzi, mi chiamo Maurizio Merea e seguo sia il Blog di Beppe Grillo e Servizio Pubblico. Apprezzo sia l'informazione che propone il Blog di Grillo e il lavoro svolto da Veri Giornalisti come te. Io vivo all'estero da quattordici anni e' la differenza sostanziale e che in Paesi come Regno Unito per esempio, proprio a scansione di equivoci e per rispettare le parti, le interviste a personaggi di rilievo vengono sempre "se possibile " fatte in diretta e soprattutto in maniera integrale. Io ho visto sia la versione integrale che quella montata per la puntata di Servizio Pubblico e tra le due c'e' una bella differenza. Nella versione integrale ci sei tu che poni delle domande al Sindaco Pizzarotti, nella versione per S.P. ci sei tu, il Sindaco ma anche altri cittadini di Parma che dicono la loro. Forse era piu' giusto invitare gli stessi nell'ufficio del Sindaco in modo tale che l'intervista si potesse trasformare in dibattito. Questa e' la differenza tra i due servizi. Il messaggio e' lo stesso ma per chi non ha visto solo l'intervista per S.P. del Sindaco Pizzarotti non ne coglie l'impegno che ci mette a rispondere alle domande.
Poi le polemiche le fa chi non cerca di capire. L'anno scorso su Servizio Pubblico alle interviste o servizi fatti da te e dai tuoi colleghi gli si dedicava maggior spazio, quest'anno credo molto meno creando cosi questo tipo di equivoci. Ti faccio tanti auguri per il tuo lavoro, giornalisti giovani e coraggiosi come te sono un esempio di un'Italia che vuole cambiare. A me quando mi criticano il lavoro che faccio sono contento perche'grazie alle critiche miglioro quello che faccio. Take care your self and good luck!

diego ha detto...

Giulia, io dal tuo servizio avevo capito che l'aumento dell'asilo toccava tutte le fasce di reddito, visto che non era stato specificato altrimenti, ma così non è. Ti posso capire, ho letto la tua biografia, non è facile parlare bene degli antagonisti politici della proprio movimento/partito.

diego ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

il servizio è in realtà e scadente dal punto di vista giornalistico.
é informazione di basso livello, veramente roba da studio aperto con queste scene strappa lacrime ecc.. non essere mai una giornalista a 5 stelle ma a volte se non sai cosa dire te ne puoi stare anche zitta o pensarci su un'altra settimana.
Non posso credere che tu sia convinta di aver fatto informazione giovedì.

Pierluigi Renzi ha detto...

Il servizio mi pare insolitamente morbido nei confronti del Sindaco per gli standard di SP. La questione che motiva la reazione rabbiosa e sproporzionata di Casaleggio e associati è che il servizio non ha carattere celebrativo e disegna un uomo normale alle prese con scelte difficili, non un eroe dell'avventura talebana raccontata ogni giorno da Grillo.
Sarebbe bello se qualcuno tra i fanatici che si scagliano oggi contro la Innocenzi riflettesse sulla natura fideistica di tali comportamenti. Purtroppo non c'e' da aspettarsi granché e come sempre costoro si risveglieranno solo quando vedranno il re nudo.
Nel frattempo speriamo che quelli tra loro che entreranno nelle istituzioni non portino danni. Le loro azioni saranno normalmente giudicate dagli elettori.

Anonimo ha detto...

Cara Giulia,
considerando la posizione raggiunta devo farle i complimenti per il progetto Avaaz (che seguo da anni) e per il suo lavoro,
ma allo stesso tempo devo chiederle, per rimanere in tale posizione bisogna anche screditare le persone oneste che lavorano bene?
La mia domanda scaturisce dal suo servizio di giovedì sera; infatti leggendo il suo curriculum credo sia abbastanza onesta intellettualmente da ammettere che i due filmati facciano passare due messaggi abbastanza distinti.
Io ho visto prima quello a Servizio Pubblico, e da esso si era consolidata la mia idea su Pizzarotti di Sindaco capace e competente, e anche di una giunta attiva e preparata oltre che essere vicina alla popolazione;
MA nella costruzione del servizio ho letto un po' di malafede, voluta o no, infatti mi sembravano un po' incomplete le risposte di Pizzarotti, se non addirittura banali come la risposta finale sul debito statale.
POI ho visto l'intervista integrale e luce fu, mi sono fatto davvero un'idea chiara su Pizzarotti e , purtroppo, su di lei, sig.ra Innocenzi:
Pizzarotti è stato chiaro, onesto e molto competente a tutte le sue domande; ha spiegato che l'attuazione del programma avviene nel corso del mandato e non nei primi mesi, e talvolta all'inizio per riprendersi da una crisi bisogna fare dei piccoli sacrifici collettivi.
Non mi dilungo sui singoli punti, perchè leggo che già il signor Giorgio ne ha fatto una chiara e abbastanza completa disamina.
In fin dei conti, anche il dottor Santoro per tornare all'attuale successo televisivo è dovuto passare per una fase in cui ha chiesto sostegno a coloro che avessero voluto finanziare il suo progetto (infatti non si accordò con La7); e così, fortunatamente o sfortunatamente (dipende dai punti di vista, io sono per la prima), oggi siete tornati su una rete nazionale, accordandovi con La7, con un programma che dovrebbe cercare di mettere sotto i riflettori la realtà analizzata da più punti di vista.
Per concludere sig.ra Innocenzi, considerando che per quei 13 minuti in più di Pizzarotti avremmo potuto sentire 13 minuti in meno di Tremonti, Fassina o Di Pietro (che hanno parlato tutta la serata), su tre ore di puntata, era troppo mandare tutti i 20 minuti di intervista?
Distinti saluti
Alex

Riccardo Perna ha detto...

Gentile dott.ssa Innocenti,
converrà che sia bene per tutti avere a disposizione anche l’intervista integrale, o no? Converrà che se Grillo non gli dava risalto non se la sarebbe filata nessuno? (l’intervista integrale s’intende!)

Ad ogni modo e nonostante l’intervento di Grillo, tra le tante persone (diciamo due milioni e mezzo circa) che hanno visto la trasmissione, pochi avranno la voglia o il tempo di verificare e molti si accontenteranno.

Guardi penso che nessuno chiederà scusa a nessuno, però mi aspetto possano succedere due cose: o Santoro farà una bel, mi passi il termine, “pistolotto” cercando di difendere il suo lavoro oppure trasmetterà a sua volta l’intervista integrale lasciando al pubblico l’ardua sentenza.

Cordialmente
Riccardo Perna

PS mi toglie una curiosità, l’inquadratura che accosta Pizzarotti al presidente Napolitano era voluta o casuale? Sa che passa un bel messaggio subliminale?

Riccardo Perna ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Leggendo tutti questi commenti, speravo di trovare qualche sua risposta, magari di giustificazione o spiegare quello che può sembrare equivoco.
Invece il silenzio assoluto, come se dovesse aspettare che qualcuno la faccia al posto suo tipo Santoro in trasmissione che immagino lo farà.
Raffaele, Grosseto

Anonimo ha detto...

Mi perdoni,inizio a pensare che lei abbia difficoltà nel comprendere ciò che le si dice e o scrive.
Grillo nel post:Intervista integrale Pizzarotti a Servizio Pubblico
scrive
Tra tutti i canali televisivi, la 7 è il più fazioso. (sua opinione condivisibile o no) Un canale fuori controllo, con figuranti strapagati nonostante abbia perso circa 70 milioni nel 2012. (immagino non sia d'accordo sui "i strapagati" la cifra è sbagliata?) ... Se non ci riuscirà gli rimarrà solo l'asta pubblica. Partecipare potrebbe essere un'opportunità, non per rilanciarla, ma per chiuderla. Lei ritiene che manifestare l'intento di partecipare all'asta di un canale televisivo,che si ritiene faziosa, con l'intento di chiuderla sia una "violente considerazioni"? (lei non ne sarà al corrente ma grillo sostiene da anni tesi abbastanza chiare su TV e internet,se si documenta ci potrebbe vedere anche una certa coerenza...)



Il sindaco con noi è stato evasivo. Grillo sul suo blog parla della cessione della quota Stu Pasubio (un’operazione che avrebbe permesso al comune di diminuire il debito di 44 milioni). Basta ascoltare l'intervista integrale: questa cosa Pizzarotti con me non l’ha mai menzionata. Evidentemente Grillo ne sa più dello stesso sindaco…

intervista integrale min 10: nel 2012 abbiamo pagato circa 80 milioni di euro verso fornitori. Nel 2013 contiamo di pagarne circa 50 milioni. Vero non le ha detto che tale cifra la intende recuperare dalla suddetta cessione.(devono aver TAGLIATO la parte di intervista in cui lei chiede dove tali soldi sono stati o saranno presi!)
Lei è consapevole che se hai un debito x,
che se non ne crei altro
ne paghi y,
ne risulta che avrà un debito residuo x-y?

Anonimo ha detto...

Giulia, ti stimo un sacco ma il servizio di SP faceva schifo. Capita a tutti di sbagliare, ma era fazioso e fuorviante. Si può anche fare delle scuse o delle rettifiche e rifare il servizio meglio nella prox puntata. La Stampa in Italia fa schifo, vuoi essere anche tu di questa categoria o vuoi provare ad essere una giornalista meritevole come quelli del passato?
E non c'è nulla di male nello sbagliare se lo si ammette.. o sbaglia solo Grillo (e Pizzarotti) ?

Emanuele ha detto...

Dott.ssa Innocenzi, da simpatizzante del M5S mi dissocio da chi l'accusa di essere politicizzata, mi dissocio da quelli che la insultano e mi dissocio da Grillo che dice che la7 è faziosa. Per quel poco di giornalismo e di tecniche della comunicazione che ho studiato però, capisco che lo spazio che gli hanno dato all'interno di SP è stato troppo limitato per tutti gli argomenti ce c'erano in pentola. Guardando l'intervista integrale capisco che troppo è stato tagliato. Capisco che ci sono esigenze televisive, ma c'è modo e modo di montare un'intervista e questo montaggio secondo il mio modesto parere di non professionista, è mal riuscito. Lei poi fa riferimento alle rette degli asili dicendo che non ha parlato di aumenti generalizzati, peccato che non abbia specificato in alcun modo che gli aumenti fossero solo per i più benestanti e visto che prima ha fatto vedere una famiglia povera e poi ha parlato di aumenti delle rette sa meglio di me il tipo di messaggio che è arrivato alla gente. Sono sicuro che l'ha fatto in buona fede ma il risultato parla per lei. Inoltre mi stupisco di come non abbia minimamente parlato di tutti quei fornitori (ditte) che ancora devono essere pagate dal Comune e che con quei soldi ci devono pagare gli stipendi e le tasse. insomma un'intervista incompleta, montata in modo discutibile e che a causa del poco spazio datogli all'interno di SP risulta ampiamente insufficiente. Mi dispiace poi che su FB lei bolli quelli che la criticano come (sostanzialmente) dei boccaloni che si attengono al verbo di Grillo senza troppe domande. Qui nei commenti mi sembra che di domande ce ne siano molte.
Non penso che lei abbia sbagliato e non penso che debba chiedere scusa, penso solo che nessuno è perfetto e che può capitare ad ogni giornalista un servizio fatto male.
Saluti Emanuele Quintorio

Daniele F. ha detto...

Come al solito la verità sta nel mezzo. Io penso che Giulia Innocenzi sia prevenuta nei confronti del M5S e questo traspare dai suoi servizi, mentre Grillo è un po' permaloso.

In ogni caso visionando entrambi i filmati ho avuto sensazioni contrastanti: in quello mandato in onda negative verso Pizzarotti, viceversa in quello integrale il sindaco mi è parso molto competente.
p.s. Grillo è in campagna elettorale. Veramente pensavi che se ne stesse zitto?

Anonimo ha detto...

FALSA CHE SEI! COME FAI A NEGARE L' EVIDENZA??? A ZAPPARE ...ECCO DOVE DOVRESTI ANDARE...ALMENO TI RENDI CONTO DI COSA VUOL DIRE SUDARSI LA PAGNOTTA DIGNITOSAMENTE... DELUSO IN PIENO...SANTORO COMPRESO.
SENZA PIù STIMA
PATRIZIO.

Anonimo ha detto...

Stasera la piazza di Parma stracolma ha dimostrato tutto. Non servono parole.

Anonimo ha detto...

brava, 6 diventata famosa

Luca Ferri ha detto...

ma da quando una trasmissione di comunisti fa un servizio a difesa dei poveri cristi che hanno "solo " 32000 euro di isee?
la stessa giornalista che insulta la casta, quando trova una scelta politica a favore dei più poveri , cosa fa? un servizio fuorviante a favore del 20% di persone che spendono di piu? questo perche ti hanno chiamata dicendoti che quest'anno non potranno venire con te a porto cervo? ragazzi avete perso davvero il lume. io ho 23 anni, 4000 euro di isee e per mia figlia spendo 97 euro di asilo. questo perche ci sono persone che ne spendono 300 data la loro situazione economica. siamo una comunita, siamo in crisi. chi ha di più DEVE metterci di più. se no andate al privato. e la cosa sorprendente è trovare anche servizio pubblico a sparare cazzate come gli altri. un po' dispiace, davvero

Anonimo ha detto...

Ho visto entrambe le interviste e passano decisamente due messaggi diversi; io ho visto giovedì in diretta il tuo servizio e mi sembrava strano che Federico fosse così sufficiente e striminzito nelle risposte, perchè seguo il suo lavoro e della sua giunta da quando hanno vinto le elezioni.
Fortunatamente ho visto l'intervista integrale ed era tutta un'altra cosa.
Faccio ancora i complimenti a Federico e ai ragazzi del Movimento 5 Stelle di Parma perchè sono sicuro che riusciranno a risolvere tutti i problemi che hanno ereditato dalle amministrazioni precedenti.
Tornando a Giulia... che dire? dopo aver visto i due video ho subito pensato ad un po' di inesperienza per la giovane età e non alla malafede, poi però mi sono informato meglio e ho scoperto che hai avuto la tessera di partito del PD, e ti sei candidata come responsabile dei Giovani Democratici raggiungendo il secondo posto; allo stesso tempo sappiamo che un tuo bravo collega della trasmissione di cui fai parte è candidato con Ingroia.
Servizio pubblico dovrebbe osservare la realtà a 360 gradi;
nessuno ti chiede di essere una giornalista a 5 stelle, ma almeno cerca di non essere anti 5 Stelle,
perchè in tal caso saresti giornalista di qualche altro partito; riguarda i 2 servizi con attenzione e penso che tu stessa noterai che dal tuo non traspare completamente la realtà dei fatti, anzi i tagli sono talmente certosini da far sembrare Pizzarotti un brocco in alcune risposte.
Poi sarai tu a dimostrare con i fatti se sei in malafede o no.

Anonimo ha detto...

Ho visto la puntata con l'intervista s-'montata' e poi quella integrale. Invece che annuire durante l'intervista potevi anche approfondire i contenuti...o l'intervista aveva un finale già scritto? Ma dai! Indifendibile.

UnoCheCredevaInVoi ha detto...

Credo ci siano abbastanza commenti per farsi un esame di coscienza. Abbiamo sopportato troppo, abbiamo dato fiducia a tutti, con la speranza che qualcuno desse voce al nostro bisogno di giustizia e moralità. Abbiamo seguito Annozero e Servizio Pubblico, sostenuto con i nostri soldi le vostre dirette streaming... adesso basta!!!
Nessuna tv inquadra le nostre piazze piene di gente, nessuna tv intervista la gente, nessuna tv parla dei contenuti, però davanti a Berlusconi vi tremano le gambe... e avete il coraggio di chiamarvi "Servizio pubblico".
Mi dispiace, adesso è troppo tardi!

Alex ha detto...

Sarebbe bastato dire: "Ci spiace non volevamo far passare quel messaggio, eccovi l'intervista integrale" e nessuno avrebbe detto niente...

Anonimo ha detto...

La innocenzi manipola le interviste su youtube

http://www.youtube.com/watch?v=csWd6fNHHzY

Anonimo ha detto...

Grazie Giulia. Sei un bellissimo cane da guardia che ci da fiducia per il futuro.
Francesco

OneDirectionItaly ha detto...

salve Giulia vedo spesso Servizio Pubblico,ma PERCHE, INVECE DI PARLARE SEMPRE DELLE SOLITE COSE DI POLITICI CHE SPENDONO CENTINAIA DI EURO PER APERITIVI E QUANTALTRO CHE E' GIUSTO CHIEDERE AI POLITICI E IN PARTICOLARE A NICHI VENDOLA CHE E' LI' STASERA DEL
1)PROGRAMMA PER INCENTIVARE IL LAVORO E RIDURRE LA DISOCCUPAZIONE
2)INCENTIVI ALLE IMPRESE
3)RICERCA E SVILUPPO NELLA SANITA',SULL'ENERGIA E QUANTALTRO E CI SONO TANTI CERVELLONI ITALIANI CHE VANNO ALL'ESTERO CHE DANNO LUSTRO MA NON GRAZIE AL NOSTRO GOVERNO E LE AZIENDE NN FANNO INVESTIMENTI X LA POSIZIONE POLITICA POCO CHIARA
4)PER QUANTO RIGUARDA L'IMU PER ESEMPIO A NOI FAMIGLIA CON UN APPARTAMENTO MEDIO IL COMUNE HA MESSO UNA FRANCHIGIA E ALLA FINE DEI CONTI NON PAGHIAMO PRATICAMENTE NULLA QUINDI ::::
5)E POI SE VOGLIAMO EQUIPARARCI ALL'EUROPA COSA NE DICIAMO DEL WELFARE A FAVORE DELLE DONNE LAVORATRICI CHE NEGLI ALTRI PAESI CONCEDONO IL PART TIME SENZA PROBLEMI NON COME IN ITALIA CHE SEMBRA UNA PAROLACCIA
6)E SEMPRE X EQUIPARARCI ALL'EUROPA BISOGNEREBBE FARE 2 MASSIMO 3 PARTITI NO TUTTI QUESTI CHE CI SONO IN iTALIA CHE CREANO SOLO CONFUSIONE E FRAZIONAMENTI DEI VOTI ,STI POLTICI DOVREBBERO CERCARE DI ALLEARSI TRA DI LORO PER IL BENE DELL'ITALIA.
7)MA CHE FINE HA FATTO MATTEO RENZI
SPERO CHE PRENDERAI IN CONSIDERAZIONE QUELLO CHE TI HO SCRITTO GRAZIE
ANTONELLA


Walter ha detto...

Non basta una faccia pulita per essere credibili. Hai manipolato l'intervista sotto richiesta del tuo padrone e lo sai bene. Non lo dice Grillo ma lo dice il video integrale, lo stesso Pizzarotti dice che le sue parole sono state manipolate. http://www.youtube.com/watch?v=csWd6fNHHzY
Non siete giornalisti a 5stelle e purtroppo si vede! Siete come tutti gli altri giornalai che si spacciano per gionalisti.Man

Gabbole ha detto...

Salve Giulia mi chiamo Gabriele. Ho controllato il tuo servizio e l'intervista completa. Purtroppo devo dire che la parte riguardante le tariffe degli asili è effettivamente una tua lacuna. Infatti tu non specifichi che l'aumento è solo per una fascia di reddito superiore ai 32mila euro anzi lasci intendere che sia generalizzato. Nel tuo commento successivo alle critiche invece difendi l'accuratezza del tuo servizio sostenendo di non aver generalizzato. Non so cosa sia per te generalizzare ma direi che omettere una specifica rigorosa sia invece una bella generalizzazione. Sono sicuro che tu abbia lavorato in piena autonomia ma sono certo anche che tu sia ben allineata con i colleghi di Servizio Pubblico, per cui non c'è bisogno di ricevere un suggerimento o una direttiva. Penso tu non abbia bisogno di essere aiutata ad avere una posizione o una fede politica. Faccio il montatore video da molti anni e so bene come creare un servizio demagogico o come l'associazione di immagini tendano a indirizzare e coinvolgere lo spettatore. Con questo non considero lo spettatore un povero imbecille incapace di leggere la volontà retorica di un lavoro video ma penso che insistere con questo modello sia una vecchia maniera di fare giornalismo non dissimile da quella utilizzata tra i gerodonti della politica che tu contesti e combatti. Questi mezzi di comunicazione sono bugiardi ed ingannevoli, non sono giornalismo o meglio non sono il giornalismo pulito e sincero che invece dici di promuovere. Credimi sarebbe meglio avere argomenti forti di contestazione e saper fare bene le domande per fare emergere le contraddizioni. Non c'è bisogno di semplici associazioni di contenuto o immagini per suggerire un punto di vista critico allo spettatore. Sono sicuro che puoi capirmi molto bene e credo anche che il tuo proposito sia quello di fare del buon giornalismo ma gli strumenti moderni di comunicazione che difendi e utilizzi dovrebbero essere uno stimolo a cercare anche un nuovo modello di contenuti. Saper leggere la politica e la vita comune con un approccio deideologizzato sarebbe un inizio importante. Forse meno brillante e popolare ma sicuramente più intenso e onesto. Continuerò comunque a seguire il tuo lavoro e quello dei tuoi colleghi.
Grazie per lo spazio che metti a disposizione per le critiche. Un saluto Gabriele.

Milano 17 Febbraio 2013.

Gabbole ha detto...

Gabbole@libero.it è il mio indirizzo nel caso volessi chiarire degli aspetti a me oscuri. Buon lavoro.

Loris Gravinese Bartoli ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrea ha detto...

La tua sensibilità alle critiche mi ha sempre un po allibito.. lascia stare, dovessi parlare di me, anche se non sono propriamente un esempio da seguire, se qualcuno mi insulta lo lascio perdere che ci devo fare..?! Detto questo a me piace gran parte del m5s ma ognuno è fatto a modo suo, s'aspettavano un appoggio da parte tua che non c'è stato, o qualcos'altro, è evidente che sia così, pace! Il problema dov'è? E' chiaro che quando si è molto popolari si attraggono molte critiche, la tua sensibilità ad esse è particolare, ed è piacevole che tu sia restata la persona che eri che sei sempre stata, già leggendo il tuo blog me ne ero accorto e ricordo i primi post di critiche soprattutto da spazzatura tipo "libero", "il giornale" ecc..ecc... Ma per il tuo bene lascia stare, lasciali perdere quindi.. vogliono solo che tu ne parli, vogliono farti innervosire, se ne parli gli dai soddisfazione; buona giornata :)

Anonimo ha detto...

Il servizio è palesemente taroccato, pensavo che avessi un'onestà giornalistica e invece mi devo ricredere. Ti conviene fare domanda per lavorare a Studio aperto!

Neuran ha detto...

Giorgio mi hai risparmiato una lunga risposta, grazie.
Dalle parti di Sant(ero), ma non solo, si rode troppo a non avere interviste e talk show con i 5*, ma qualcosa devono pur dire altrimenti come si fa, e sopratutto, come campano.

Neuran ha detto...

E nessuno mai ti crederà.

Nicola Pedrazzi ha detto...

Hai ragione da vendere...continua così, lavora serena. Seguo il tuo blog perché è rincuorante: mi rincuora vedere, ascoltare, leggere una coetanea come te.

Blu ha detto...

Continuate a distorcere la realtà ma tra poco la festa sarà finita anche per voi giornalisti stipendiati dai partiti

Anonimo ha detto...

Continuate a disinformare la gente con falsità e andando contro chi veramente vuole cambiare le cose,ma la festa sta per finire anche per voi giornalisti pro partiti

george ha detto...

la nostra zienda offre tutti i tipi di prestito da 2000 € a 5.000.000,00 euro individuali, società, e cooperare organismi a qualsiasi parte del mondo. tasso di interesse è del 3% annuo. contattaci subito attraverso la nostra posta elettronica della società: (georgeanderson.loanfirm255@gmail.com)

Cordiali saluti,