15 ottobre 2009

Inciuci democratici

Dopo che si è tanto dibattuto sui ghirigori del regolamento del Partito democratico per l'elezione del suo Segetario (se qualcuno ha ben chiaro il funzionamento dell'elezione, faccia un colpo, gliene saremmo grati), ora Bersani e Franceschini vogliono stringere un accordo per dire che vince "chi prende più voti" (cancellando il ballottaggio).
Per carità, la semplificazione in politica, soprattutto nel Pd, sarebbe una boccata d'ossigeno.
Peccato che le regole non si cambiano in corsa, come ha giustamente rilevato Marino.


8 commenti:

Roberto ha detto...

Non lo faranno.
E' una delle classiche cose che nel PD si dicono solo per farsi del male.
L'unica cosa che li salva è che gli unici interessati sono quelli che già vogliono "bene" al PD e lo accudiscono come un fiorellino gracilino che rischia di marcire al primo freddo.

Rigitans' ha detto...

eh, siamo alle solite. non amo il proceduralismo, anche se lo applico, ma di solito immagino che se una regola c'è è perchè è utile, serve e ci aiuta. non rispettarle o cambiarle perchè fa comodo o è scomoda non è proprio il massimo.

certo è che ci dovevano pensare prima, e che comunque è di buon senso. ma siamo alle solite, le regole valgono fino a che qualcosa non ci fa pensare che possiamo farne a meno.

e in italia è un problema serio, visto che ci sono tante leggi eppure gli italiani tendono a rispettarne sempre meno.

Nicola ha detto...

Il problema è che se nessuno dei due riesce a raggiungere il 50% al ballottaggio diventerà decisiva l'indicazione di voto di Marini (secondo me il migliore) cosa che loro non vogliono assolutamente!

Jack987 ha detto...

E' un sistema di elezione ridicolo in cui, molto probabilmente, il fattore determinante diverrà il candidato di minoranza, Marino. In pratica il futuro capo del partito non sarà scelto dagli elettori dello stesso, ma dall'alleanza che sceglierà di stringere il candidato con il minor peso specifico di voti. Il solito sistema all'italiana. Ed hanno anche il coraggio di definire il Pd un partito...

socialista eretico ha detto...

è stata un'uscita ridicola.
bastava che al termine del congresso, il perdente votasse il più votato senza prender accordi prima .

giacinto2000 ha detto...

te posso da' un consiglio?

Passa a partiti davvero di sinistra. Vonno' fa come l'americani ma nun lo sanno fà.

Riki ha detto...

ma.. sono questi i problemi?! ..inciuci democratici?? Giulia..fammi un piacere.. parla di problemi concreti per piacere.. questo serve solo per gettare merda contro il PD ( se devi continuare su questa strada vai fuori da questo partito, le tue non sono più critiche formative, ma servono solo per parlarne male gratuitamente.. brava, è un mestiere nuovo in italia..:/).
Cmq vedendo che ora vai in tv stò intuendo quale strada vuoi percorrere nella tua vita... parli male delle primarie del pd,ed un secondo dopo presenti il gruppo per il premio nobel per la pace a belusconi...senza dire niente (ok che non servivano commenti.. però non si può andare li a criticare bersani ed il pd.. per poi farmi vedere sto tipo.. :( )
Se vuoi fare una cosa seria per i prossimi anni pensa a proporti in maniera maggiore prima nel partito dei giovani democratici con più proposte ..

socialista eretico ha detto...

curiosità: ma come mai i Radicali non si sono mobilitati per Marino ? maligni direbbero: Pannella non combatte partite in cui deve dare di più di quanto deve ricevere