02 agosto 2011

Quello che Tremonti non dice (e nessuno gli chiede)

Qualcuno mi deve spiegare chi è il santo in paradiso di Tremonti, perché io non l’ho capito.
E me lo sono chiesto sul Fatto quotidiano, che potete leggere qui.


4 commenti:

brunocorino ha detto...

Il santo in paradiso consiste nella situazione di stallo nella quale è precipitato il paese: non si sa se sia più conveniente tenerlo lì o cacciarlo; e nell'indecisione lo lasciano in uno stato "dormiente".

Francesco ha detto...

Ciao, tutto ok? persino un ignorante in economia come me ha capito, ormai da molto tempo, che Tremonti o è poco capace o comunque fa il finto incapace per fare i comodi dei soliti: quello che ha detto in numerosi anni (indipendentemente dal perché l'abbia detto) dovrebbe già averlo fatto classificare come uno scarso o un finto tonto. Ripeto: anche un ignorante in materia come me l'ha compreso. Ora, sempre da profano, ammetto però che non saprei neppure io cosa augurarmi al momento: in questo casino totale è più opportuno che resti o se ne vada?... Ma del resto, ad esempio, se mai qualcuno riuscisse a scalzare questo "governo", sarebbe proprio questo il momento opportuno?... Purtroppo la mia non conoscenza in materia mi impedisce di esprimere un parere convinto al momento: non saprei cosa augurarmi che avvenisse di Tremonti, del "governo"... Mi rimetterei al parere degli economisti, sperando che ci capiscano almeno loro! Certamente la situazione, come dice "brunocorino", è critica. Ciao!:-)

marco ha detto...

Pensa che noi ci chiedevamo quale fosse il tuo di santo in paradiso !!!!

Anonimo ha detto...

Lui pensa, ma non di dimostra nulla. lui parla e lo fa al plurale.
Pensa ai santi tuoi Marco... se ne hai, Giulia non ha bisogno né di Santi né di qualche vipera che le gironzoli attorno.
Ha dimostrato con i fatti le sue capacità, punto...


Saluti