15 maggio 2011

L'Ultima parola di Grasso

Dalla critica per la mia "voce nasale" e la "smania da far paura" abbiamo fatto passi avanti!


5 commenti:

Francesco ha detto...

Ciao Giulia,

Sulla voce.

Non mi sembra una gran critica. A parte che sei in televisione e non alla radio. Inoltre, magari potrebbe dare noia una persona che ha, ad esempio, un difetto di pronuncia molto accentuato che non permetta di capire bene, ma non è il tuo caso. La tua voce è normale. Fregatene.

L'altra critica.

E' divertente l'espressione, ma forse a te fa meno ridere... Ma anche in questo caso penso che tu possa fregartene.;-)

Riguardo all'articolo sul Corriere c'è una cosa che mi irrita: l'uso dell'inglese "spin-off"; ma perché i giornalisti non danno il buon esempio usando l'italiano? (ovviamente quando c'è il termine corrispondente). Inoltre, chiedo un altro favore, in generale, ossia non mi riferisco a te Giulia: quando in italiano usiamo termini inglesi, si potrebbe, per favore, almeno lasciare il significato originale?... Se no sapete che casino ne esce!

Dario ha detto...

Contenta che ti citano in ben due frasi? Brava.

Il Discepolo ha detto...

Hai scritto anche un libro usando il rosa. Alla frutta.
Francesco pentiti sei ancora in tempo.

Giangi ha detto...

Mi chiedo quando si sia accorto della tua voce...quello che non capisco se Grasso valuti solo il "prodotto" televisivo o anche il personaggio politico.
Da Rula Jebreal a te, sarà sempre così...non andrà mai bene nulla.

Anonimo ha detto...

A me sei sembrata stupenda, incantevole. Le domande erano pertinenti e ben preparate. Sarà mica 'nvidioso 'sto Grasso?
Ale