15 giugno 2011

Torturami, ti prego

Adesso ci investono addirittura con le loro auto blu che paghiamo noi se facciamo domande scomode...
Ma cosa ci serve per dire basta, che ci tolgano le unghie a una a una per farne i divani dei loro salotti?



6 commenti:

Giancarlo ha detto...

Mah... tutto questo è molto triste... da una parte Brunetta che evita di rispondere e se ne va (anche se queste associazioni di precari a volte non rappresentano i precari ma solamente esse stesse), dall'altra le persone esasperate che ormai sono giunte a tutto pur di farsi ascoltare. La crisi c'è per tutti. Vediamo cosa sarà capace di fare questa opposizione.

Giangi ha detto...

Partito dell'amore...la tolleranza...continuano a non capire, nonostante le sberle che prendono (copyright leghista), che gli elettori stanno chiedendo, anzi urlando di cambiare. Questa ottusità è terrificante

Alessio Viscardi ha detto...

Un ministro si può sottrarre al confronto col popolo che deve amministrare?

Giulia Innocenzi ha detto...

No!

Maxso Magazine ha detto...

Dopo aver fatto quel pietoso show, Brunetta è stato ospite a "Otto e Mezzo". Il ministro ha detto "Mandate i vostri figli a scaricare cassette ai mercati generali".
http://maxsomagazine.blogspot.com/2011/06/brunetta-mandate-i-vostri-figli.html

Antonio ha detto...

...non potranno più sfuggire alla Democrazia!!