15 dicembre 2011

Una riformina?

Auditel ha il monopolio degli ascolti tv, è controllata da Mediaset e Rai e controlla Mediaset e Rai. Dal suo campione statistico esclude gli immigrati e include quelli che non hanno la tv. E decide vita e morte dei programmi. Una riforma, no eh?


2 commenti:

maxbolo ha detto...

Ma che vuol dire una riforma?
Mica è un ente pubblico, è un'azienda privata fa come le pare.
Al massimo, come è successo, può prendersi delle bacchettate perché spara numeri a caso.
Anche perché le famiglie auditel non hanno nulla a che vedere con la statistica, non trattandosi nemmeno di un campione, ma di volontari che hanno una macchinetta in casa.
Se gli inserzionisti pubblicitari fanno pubblicità qui piuttosto che qua e là mi sa che è una scelta politica che non sempre ha a che vedere con gli ascolti.
Man mano che la fruizione si sposterà dalla tv (unidirezionale e non quantificabile) verso il web (bidirezionale e quantificabile) si potrà capire chi legge/vede/ascolta cosa e quanto lo gradisce, con la Tv è materialmente impossibile valutarlo.
Un buon metodo è ascoltare i discorsi "da treno", "da bar", etc.
Ad esempio, non so che indici di ascolto abbia Crozza su La7, ma ascolti e gradimento sono altissimi, perché molti ne parlano, molti ripetono le sue imitazioni, etc.

Anonimo ha detto...

LA CHEMIOECONOMIA DEL MOSTRO CHE CONTA


http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9516