5 gennaio 2010

E Noemi proferì: "Berlusconi mi penalizza"

La povera Noemi Letizia dixit:
Spesso mi sono sentita disprezzata e adesso sto avendo paura: dopo quello che è successo a Berlusconi mi rendo conto che alcune persone non si fanno più scrupoli. Sono felice di stare a contatto con la gente però, a volte, penso anche che potrebbe accadermi qualcosa e non giro quasi mai sola.
L'inquietante Noemi Letizia ridixit:
la notorietà legata a Berlusconi, nella professione, mi penalizza: mi hanno negato lavori senza nemmeno concedermi un provino.
Le questioni che sorgono, che più che spontanee alle sue dichiarazioni sono antecedenti, sono le seguenti:
  • "professione"?
  • "notorietà legata a Berlusconi mi penalizza"? Mi sfugge qualcosa, o se non sbaglio Noemi prima era una che aveva fatto qualche comparsata su tv locali, un balletto su Raidue e basta?
Lo stesso fatto che io le stia dedicando un post sul mio blog (come già fatto in passato) mi conferma ulteriormente che viviamo nel paese delle banane.
Le banane però siamo noi, che proprio parlando di questi personaggi (ricordo: è diventata nota perché si è dibattuto per un periodo se fosse amante o figlia di Berlusconi. Almeno negli Stati Uniti una come Monica Lewinski diventa famosa perché è noto a tutti quello che ha fatto, nei minimi dettagli) diamo loro un'esistenza.
Ma tant'è, è quello che ci propongono e non possiamo esimerci.



5 commenti:

Rigitans ha detto...

a me sta storia di noemi letizia mi inquieta, è sintomo dello spirito del tempo italiano, e questo non mi piace...e dopo berlusconi?

Giulia Innocenzi ha detto...

O si propone qualcos'altro (e non mi riferisco alla "superiorità morale" della sinistra), oppure siamo un paese destinato al tracollo.

Max ha detto...

Ma la tipa cosa si aspettava da tutto quel "polverone"? Un lavoro in Rai? Consiglio a Noemi, di andare a "sculettare" su Mediaset come fa la Fico...

Gianluca ha detto...

In un paese in cui si "santifica" Bettino Craxi e si commemora il decennale della sua scomaparsa e, invece, non è spesa alcuna parola su persone come Piersanti Mattarella (assassinato il 6 gennaio 1980) o "Pippo" Fava (assassinato il 5 gennaio 1980), vi stupite ancora che possa trovare spazio un personaggio come "Noemi"?

Gianluca ha detto...

ERRATA CORRIGE: Fava è stato assassinato nel 1984.