5 gennaio 2010

I have a dream

Mi immagino Emma Bonino Presidente della regione Lazio, eletta in una coalizione di centro-sinistra, che sia in grado di risanare il debito della sanità, rendere Roma una capitale verde e al passo delle sue sorelle europee, in grado di mostrare ai cittadini come la formula liberale-democratica-radicale-socialista sia quella vincente per il bene comune. L'alternativa concreta all'attuale invincibile Berlusconi.
Solo un'ingenuità?
La Bonino si è candidata, ora spetta a voi.



3 commenti:

Rigitans ha detto...

ma le primarie non piacciono alla bonino? riflettere sugli strumenti e quando e come sono utili e positivi...

comunque sia, quando sentii parlare mesi fa della candidatura della bonino ero stra entusiasta. ovvio che bisogna fare in modo che sia la candidata di tutto il centrosinistra per ottenere qualcosa di concreto.

comunque un pensierino a votare bonino e radicali ce lo faccio anche se vanno da soli, sia chiaro.

però io aggiungerei anche l'importanza di verdi ed ecologisti per una rinascita democratica in italia

socialista eretico ha detto...

speriamo che Emma vinca ma la vedo tosta.
io cmq l'avrei preferita in lombardia.

Gianluca ha detto...

Mi sa che il tuo rimarrà solo un sogno...noi elettori non siamo ancora pronti e non so quando lo saremo a scegliere una politica concreta come quella che propone Emma Bonino. Preferiamo seguire coloro che ricorrono ai "mandati esplorativi" (ma il programma non dovrebbe essere la piattaforma di lancio di una coalizione di governo?) e che seguono pericolose alchimie numeriche per evitare il "capotto" nelle regioni che andranno ad elezioni. No, non siamo pronti e forse nemmeno meritiamo una come Emma Bonino