8 gennaio 2010

Trovato il candidato: il trullo!

Tre considerazioni scaturite dalla puntata di ieri di Annozero:
  1. Il Partito democratico si rifiuta di candidare persone valide, vedi Nichi Vendola e Emma Bonino.
  2. Alla ricerca dell'identità della sinistra ci si imbatte in Alba Parietti, che dice parole sagge: a) Cosa deve fare un cittadino volenteroso che voglia dare il proprio contributo, per esempio, al Partito democratico? Arriva lì, alla sede del partito, e chi si trova? Come ha detto Alba, ci si imbatte in una "lobby politica", una casta chiusa più attenta a difendere la propria poltrona che a incentivare la partecipazione degli elettori. b) Se l'identità del Partito democratico non si fonda sulla partecipazione popolare alla vita del partito, ad esempio utilizzando lo strumento delle primarie o altro, allora su cos'altro?
  3. I politici, in questo caso l'on. Castelli, non hanno capito che vengono pagati dai cittadini, e che il loro primo dovere è quello di ascoltarne le istanze, per poi cercare le risposte che si tramutino in politiche. Davanti a un'insegnante precaria siciliana con marito precario e due figli, che riescono a pagarsi il mutuo per la casa soltanto grazie all'apporto dei nonni, rispondere "va a lavurà", mi sembra se non altro riduttivo e ideologico.
Come ha detto Francesca Fornario, al Partito democratico non resta che candidare un trullo in Puglia e chiedere alla Polverini di candidarsi per il centrosinistra (e magari proporre a nuova icona della sinistra Alba - che sostituirebbe così Patrizia)!



7 commenti:

AndreaT ha detto...

Forse perché la giunta del fenomenale ed intelligentissimo Vendola, partita con un saldo finanziario della sanità pugliese in modico avanzo (9 milioni circa), ha prodotto un miliardo di debiti? Forse perché la giunta Vendola sta lasciando macerie alle sue spalle, con un bilancio della regione fuori controllo, disperso in mille rivoli di favori, prebende ed incarichi fittizi?
Magari al PD guardano anche alla sostanza dell'azione politica, e non solo alla forma ed all'appeal dela persona-Vendola.
Domandona a cui, da grandi giornalisti, non avete risposto: la Puglia sta meglio dopo la cura-Vendola, rispetto a come stava prima? Vendola è il miglior candidato possibile? Si è meritato la riconferma?

Giulia Innocenzi ha detto...

In realtà a Vendola si è cercato di chiedere questo (peccato però che quelli dl Pd si siano rifiutati di venire in trasmissione, quindi non gliel'abbiano potuto chiedere loro): perché non c'è stato un movimento pro Vendola dopo che il Pd ha proposto Boccia?

Se è vero quello che tu dici, però, è strano che Boccia perderebbe nuovamente contro Vendola alle primarie, non trovi?

Il carbonaio ha detto...

Giulia volevo farti i complimenti per le risposte date ieri a Castelli in relazione al comportamento da tenersi dentro alla Lega Nord ("entro e chiedo chi è il capo" Castelli).
Allo stesso sono spaventose le parole espresse nei confronti dell'insegnante siciliana: la solita tiritera in cui si intima di "essere più ottimisti, lamentarsi meno e cercare da lavorare". Viva l'ottimismo, viva le fette di prosciutto sugli occhi!

AndreaT ha detto...

Non è strano, le prebende, gli incarichi fittizi, le regalie portano voti.... Suvvia Innocenzi, non fare la innocente (perdona la presa in giro sul cognome...): siamo in Italia, i voti si conquistano (anche) così. Motivo per cui Bassolino regna in Campania, Formigoni in Lombardia.

Per questo non è affatto strano, anzi: proprio perché elargisce favori, perché la vita di molta gente dipende da lui, Vendola vincerebbe. Ma non è un bene per la Puglia, né per l'Italia. Altrimenti diciamo W De Mita, e rassegniamoci.

Max ha detto...

Il PD ha perso la faccia la scorsa estate quando Grillo disse di volersi candidare alla Segreteria del partito. Un partito che si dichiara democratico non può vietare ad una persona di candidarsi. Altrimenti che razza di primarie sono? Riguardo a Castelli, dice sempre le stesse cose. Mi sorprende che nessuno in studio gli faccia notare che mentre Grillo non obbliga nessuno ad andare ai suoi spettacoli, Castelli con il suo stipendio da deputato "alleggerisce" le nostre tasche ogni mese... Chiedo a Castelli, se il lavoro non c'è una qualsiasi persona che deve fare?

Gianluca ha detto...

E allora che dire del fatto che Vendola abbia introdotto la tassa "sanitari" per chi ricorre a visite mediche e non è residente?
Forse la gestione della sanità di Vendola è migliore di quella di altre e passate amministrazioni?
Qui continuano a latitare i programmi, ecco il vero scandalo. E poi, bene o male, lasciamo decidere alle primarie chi è il vincitore delle stesse...scartare aprioristicamente Emiliano non è forse sbagliato?

Gianluca ha detto...

Ho finito ora di vedere la puntata di Anno Zero. Ma volete veramente paragonare la concretezza di Emma Bonino con il discorso tutt'altro che pragmatico di Vendola?