13 maggio 2010

Fine

Gabbo, Stefano, Stefano. Ma anche Aldrovandi, Bianzino, Lonzi, tanti altri e tanti altri ancora di cui neanche sappiamo.
Una sola richiesta: che questa lista finisca qui.


3 commenti:

marco m . ha detto...

non finirà mai la lista. secondo me l'importante è che resti corta. è troppo complicato mantenere l'ordine in un mondo così disordinato perchè possano non succedere più cose del genere. in altri stati è la regola... qui per fortuna sono rare eccezioni.

Gianluca ha detto...

Se è vero che l'evento imprevedibile, per definizione, non si può prevenire, gli eccessi invece si può e, anzi, si deve o dovrebbe farlo. Una vita, una persona è già troppo.

Anonimo ha detto...

"gabbo" non è da annoverare nelle vittime delle forze dell'ordine, è un delinquente morto in una sparatoria da lui provocata. e il cui "assassino" è stato condannato.