20 maggio 2010

Sfido chiunque

E' scontato prendere ad esame quanto detto da Berlusconi a Vespa sulle responsabilità individuali, anziché di governo, nel caso Anemone.
Per questo voglio portare alla vostra attenzione quanto detto successivamente:
In politica penso di avere portato una nuova visione morale, che non è solo quella di non rubare per sé o per il partito, ci mancherebbe, ma è soprattutto quella di mantenere la parola data agli elettori realizzando gli impegni assunti con il programma elettorale. Su questo, nessuno può darmi lezioni. E sfido chiunque ad affermare il contrario
Beh, c'è poco da affermare, basta guardare in che stato siamo ridotti.
Io è dal '94 che aspetto la rivoluzione liberale del Berlusca, e in cambio ho ricevuto solo protezioni ulteriori per chi di protezioni ne ha già, protezionismi vari dai suoi ministri contro il pericolo Cina e tariffe sempre più alte a danno dei consumatori.
Per carità, poi si può dimostrare che quanto riportato sopra sia alla base dei principi del liberalismo classico. Ed è su questo che il Berlusca è un mago, e non starei di certo ad "affermare il contrario".
E' da anni che lo facciamo, a quanto pare con scarsi risultati.

P.S. Alcuni di voi mi hanno sollecitata a rispondere sugli ultimi fatti riguardanti Annozero: penso che molte risposte arriveranno nel corso della puntata, che vi invito a non perdervi.



12 commenti:

Anonimo ha detto...

"protezioni ulteriori per chi di protezioni ne ha già" quali?
"protezionismi vari dai suoi ministri contro il pericolo Cina" quali?
"tariffe sempre più alte a danno dei consumatori" quali?

Details, please. Di parlare genericamente al vento son capaci tutti, persino Berlusconi. Vogliamo criticarlo su fatti precisi, per favore?

attilio ha detto...

sono un genitore, pensionato ma non vecchio come berlusconi, e affermo che se mio figlio si comportasse come lui mi sentirei un fallito per non essere riuscito ad insegnargli il vero significato di rispetto ed onestà. Quanto a quelli che gli hanno dato il voto: ben vi stà, non meritate di meglio.

Anonimo ha detto...

Caro Attilio, a chi ha votato il nano ben gli sta la situazione del momento, ma a tutti gli altri?

Anonimo ha detto...

I fatti precisi sono : Veline, puttane, corrotti, evasori, mafiosi e giornalisti servili. Nuova visione della politica ?? Boh !!!

Anonimo ha detto...

Le votazioni hanno decretato che deve essere il caimano a guidare questo popolo di eroi,santi, navigatori e chi più ne ha, più ne metta. Forse si riconoscono nel ganzo e lo acclamano. Io ritengo che sia un povero diavolo, che se non avesse incocciato in tipi come Gelli, Craxi, D'alema ecc.., a quest'ora era ancora a fare il muratore, e non ci avrebbe rotto le palle.
Nibbio.

Anonimo ha detto...

ci ha preso tutti per suoi fan o per imbecilli.............! Ma gli italiani non sono disposti a farsi prendere per i fondelli......le chiacchiere ormai stanno a zero e loro lo sanno benissimo!

Mattia ha detto...

C'è una vi di troppo nell'ultima riga. :-)

Anonimo ha detto...

siamo guidati dal peggior cancro che la societa'potesse avere.Per di piu' pericoloso,guardatelo bene negli occhi..solo rancore e cattiveria...

Anonimo ha detto...

Cancro della societa'' italiana...

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

Si fosse limitato a dire "In politica penso di avere portato una nuova visione morale" avrebbe anche avuto ragione.

Giulia Innocenzi ha detto...

@Primo anonimo:
Ogni critica è basata su una sua (non)politica:
1) ripristino tariffa minima avvocati e ulteriori tutele agli ordini;
2) I dazi che Tremonti voleva imporre nei confronti dei prodotti provenienti dalla Cina;
3) si ricollega alla 1, più la politica energetica che darà tanti benefici alla Francia e qualcuno in meno ai consumatori italiani.

Pensavo non ci fosse bisogno di esplicitare questi "details".

Anonimo ha detto...

Sulla 1) parli di "tariffe minime" che peraltro chiunque nel mondo reale sa che sono di fatto disapplicate, quindi l'impatto è nullo (fuori Roma; certo a Roma, dove ci sono più avvocati che in tutta la Francia, il problema ci sarà: ma il problema è Roma in se, più che altro, basta vedere chi eleggete: Alemanno...); gli ordini hanno maggiori tutele: quali? Gli iscritti hanno sempre più anche obblighi imposti dallo stato -vedasi l'antiriciclaggio- per svolgere gratuitamente attività di polizia che spetterebbe allo stato e non al privato. Chi li paga? Nessuno.

Sulla 2) dici "che voleva", e che quindi alla fine non sono stati messi. Dunque parli su cose non fatte.

Sulla 3) basta guardare le tariffe energetiche italiane e francesi degli ultimi 15 anni per capire che la strada francese è quella vincente, visto che lì il prezzo al KWH nel 2010 è più basso che nel 1997. La strada dell'energia verde che qualcuno propone per l'italia significa andare verso un settore industriale che vive di sussidi statali e basta (se hai mai visto il business plan di una centrale a fonti rinnovabili -tolto l'idroelettrico- le altre stanno in piedi solo grazie ai certificati verdi, ovvero ai trasferimenti da chi produce con carbone, gas o petrolio a chi produce con fonti rinnovabili, ovvero maggiori costi per loro e quindi tariffe più alte per noi) Se poi ti preoccupa che le industrie francesi faranno soldi investendo in Italia, non capisco sinceramente il problema: chi lavora guadagna, come è giusto che sia.
Se poi ami farti illudere, leggi i dati dell'Ania sulle tariffe dell'RC auto e studia gli effetti delle "liberalizzazioni" (ahah) Bersani, che "liberalizzano" (ahah) imponendo alle assicurazioni di fare come vuole il ministro. E infatti ti danno la classe di merito di tuo padre, da neopatentato, certo: ma con sovrapprezzo per te e per lui se l'auto viene guidata da un minore di 25 anni. E paghi più di prima. Solo un idiota poteva non capirlo, ed infatti non l'ha capito. Però, per carità, a 18 anni sei in classe 1. Che figata.