16 giugno 2010

Era tutto uno scherzo

Mara Carfagna si dimette dall'incarico di Consigliere regionale della Campania, e decide di motivare la decisione sul suo blog:
La mia è stata una decisione sofferta, perché i napoletani che hanno voluto esprimere la loro preferenza per me, mi hanno chiesto di entrare a Palazzo Santa Lucia, sono stati davvero tanti, un numero superiore alle mie attese. [...] Questa decisione, la necessità di dover scegliere, mi è servita anche per avviare una riflessione più ampia sulla disciplina dei “doppi incarichi”. Su quanto gravano sull’impegno di una persona – se svolti al meglio, come ho creduto di fare io, partecipando in questi due mesi alle sedute del Consiglio regionale -, ma soprattutto sull’effetto “cappa” che creano sulle tante menti brillanti, giovani perlopiù, che aspirano a spendersi per la politica e trovano quei posti già occupati, magari da un parlamentare come me. I doppi incarichi sono un ostacolo al rinnovamento, allontanano le persone dalla politica.
Decisione nobile, quella del ministro Carfagna.
Ma una riflessione alla fonte, cioè sulla sua candidatura, che si è rivelata uno specchietto per le allodole, no eh?!
Gli elettori campani hanno potuto ammirare il viso del ministro che ha tapezzato i muri di Napoli durante la campagna elettorale, per poi sentirsi dire: ragazzi, scusate, era tutta una comparsata, giustamente ritorno a fare quello per cui mi avete "eletta" in precedenza (parlamentare) e che mi ha portata oggi a fare il Ministro!
Forse che il Ministro non pensa che atteggiamenti del genere "allontanino le persone dalla politica"?


6 commenti:

Max ha detto...

Non contesto alla Carfagna lo "specchietto per le allodole", ma il fatto che abbia messo sul suo conto in banca ben due mensilità regionali. Ora dirà che avrà dato i soldi in beneficenza. E' troppo facile fare beneficenza con i soldi dei contribuenti. La Carfagna doveva dimettersi il giorno dopo le elezioni. Ma qui in Italia l'etica è una dote in via di estinzione...

Inneres Auge ha detto...

Questa è ormai una moda. L'italiota non ci fa caso

Anonimo ha detto...

ritorna a fare il sabato del villaggio..

Gianluca ha detto...

Pur volendo prender per buone le intenzioni, rimangono i dubbi sulla prontezza della Carfagna: perchè ha impiegato così tanto tempo prima di decidersi? Possibile che certe scelte riusltino sempre travagliate?

roberto gianantoni ha detto...

http://www.facebook.com/#!/photo.php?pid=398501&id=1847130724&ref=mf

wazza ha detto...

emblematico il quesito che poni all fine, a ti rispondo con un'altra domanda, secondo il ministro pensa? o la hanno usato per a sua vera natura di ragazza immagina(leggasi escorti) pagata coi soldi nostri per far sprofondare ancora di più un paese che s'affossava benissimo pure da solo?