06 febbraio 2010

Castrazione - della sinistra

Secondo Il Giornale sarà Paola Calorenne a vincere la giovanile dell'Italia di Valori nel congresso in corso.

Se è vero quello che dice la signora Berlusconi, che il premier è malato, sessuofobico, spinto da impulsi irrefrenabili, allora le consiglio la castrazione.
Ecco perché la sinistra perde e continuerà a perdere.


4 commenti:

Andrea ha detto...

Sessuofobico? Castrazione?

Max ha detto...

Si si fossilizza solo sulla "questione" donne, Berlusconi aumenterà sempre il consenso... Bisogna battere il tasto su altri argomenti, tipo la scelta scellerata del ritorno al nucleare.

socialista eretico ha detto...

Berlusconi sessuofobico?!

in questo femminismo corretto al giustizialismo ,
le signorine di Berlusconi mi pare siano confuse con donne che hanno figli a carico e non il pane per sostentarli .
Si tratta invece di aspiranti veline, politiche,imprenditrici... che si ipotizza sitano corrompendo una persona con una alta carica istituzionale/politica!(persona con molta voglia di esser corrotto!)

ma soprattutto perchè castrazione?
cosa c'entra con la convinzione "nazionale" che per far strada bisognerebbe darla?

mah!

rimango convinto che , tranne eccezioni, il livello dei nostri politici donna sia ancor più basso del bassissimo livello dei politici uomini

Salvatore ha detto...

Paola Calorenne è arrivata terza (su tre candidati) alle elezioni del coordinatore nazionale del dipartimento giovani di IDV. Meno del 20% dei voti per la "coordinatrice in pectore" secondo il Giornale. Vince il coordinatore giovani IDV della Toscana, Rudi Russo, con il 47% dei voti. Seconda posizione per Adele Conte, con il 33%.