10 febbraio 2010

In attesa

Non ho ancora avuto modo di ascoltare le motivazioni che hanno spinto Marco Beltrandi a votare la sospensione dei programmi politici nel mese precedente alle elezioni regionali, perché a Radio Radicale il suo intervento è stato molto breve e piuttosto descrittivo.
Aspetto quindi la conferenza stampa dei Radicali alle 16 di oggi, in concomitanza con quella della Federazione nazionale della stampa.
A prescindere, ritengo che la sospensione di programmi di approfondimento politico, che teoricamente (a ciascuno il proprio giudizio in merito) dovrebbero incalzare chi detiene il potere nel nostro paese, svolgere un ruolo di controllori sui politici, sia pericoloso per una democrazia che fa dell'informazione uno dei pilastri del bilanciamento e convivenza fra i diversi poteri che dirigono la vita dei cittadini.
Come potranno i partiti, che controllano le tribune politiche, a denunciare se stessi nel prezioso mese precedente le elezioni?



4 commenti:

Anonimo ha detto...

Dunque, ricapitolando: Ballarò ed Annozero spariscono dalla faccia della terra per un mese (ce lo vedo, soprattutto Santoro, a mettere in bella mostra i vari candidati e lasciarli parlare tot minuti a testa - Floris potrebbe adattarsi); Porta a porta si trasformerà in una tribuna politica (anche perchè, quando si tratta di politica, lo è sempre una TRIBUNA, o passerella, di politici che sparano quello che vogliono senza nessun giornalista che li incalzi); Mediaset non sarà toccata dal provvedimento, quindi matrix e tutte le altre ''bellissime'' trasmissioni d'approfondimento politico targato mediaset, andranno avanti. Risultato: Porta a Porta rimane; molte persone saranno invogliate a cercare l'approfondimento sulle reti mediaset (e qui scatta il famigerato conflitto d'interesse: Silvio ci guadagnerà sia come proprietario di mediaset, per ascolti, sia come politico, sempre per 'ascolti'). Perfetto, vado a vivere in campagna, addio.
LUCA

Max ha detto...

Quando ho sentito la notizia a "Ballarò" pensavo che fosse un'altra trovata dell'ometto di Arcore. Invece scopro che a proporre questa cosa è stato uno dei Radicali. Sono sconcertato... E' un clamoroso autogol, perchè Mediaset continuerà la sua programmazione politica...

Michele Amitrano ha detto...

Quelle erreur!

Fabrizio ha detto...

Penso sia un grave errore. Stanno cercando di ostacolare in tutti i modi ballarò e trovo che ciò sia intollerabile per una democrazia.
Per usare le parole di Santoro..chi è che garantisce il contraddittorio in questo paese? Chi rimane? Porta a porta con gli invitati tipo Dell'Utri? mamma mia che paura.
Buon lavoro a te.