1 febbraio 2010

Chi ben comincia


Questa mattina ho avuto l'onore di moderare la videochat con Emma Bonino.
Sorprendente la risposta (oltre 500 utenti registrati) e interessantissimo il contenuto.
Ecco quello che ha detto Emma Bonino.
Sulla trasparenza:
La trasparenza è un programma di governo e un modo di essere, di vivere la politica.
In risposta alla critica lanciata su Facebook dall'on. Stefano Pedica, coordinatore della campagna elettorale in Lazio per l'Idv, sul suo viaggio in Europa durante la campagna elettorale:
Non ho sprecato alcun tempo, ma ho rinvigorito le idee che avevo per il rilancio del Lazio che deve risanarsi come amministrazione, diventare più efficiente, ma anche rilanciare uno sviluppo economico diverso da quello pensato. Sono stati tre giorni ben spesi, per rinfrescare le pratiche migliori esistenti in Europa. Ho alcuni rapporti internazionali che ho possono essere messi a profitto per la Regione. A Berlino, per esempio, ho analizzato la questione dei rifiuti e la loro gestione. Ho portato esperienza di pratiche: fare dei rifiuti un'economia dei rifiuti. Lazio grande regione d'Europa è un obiettivo da perseguire.

Sulle primarie:
Servono per selezionare un candidato, sono scettica sul suo utilizzo per cariche interne. In un sistema bipartitico le regole delle primarie devono essere per entrambi gli schieramenti.

Non c'eri? Ti sei perso un grande esperimento di trasparenza, m non temere: la programmazione andrà avanti per tutta la campagna elettorale, anche grazie alla web tv radicale.
Che possa essere l'inizio di un nuovo modello di governo?


3 commenti:

Luca ha detto...

Bene, operazione trasparenza.
Però, affinché non rimangano soltanto belle parole, e poiché Renata Polverini è a mio avviso invotabile, porrei la seguente domanda ad Emma Bonino (avendo un lavoro da fare, non ho potuto seguire la videochat):
- perché da ministro del passato governo ha avallato la riforma delle pensioni che, unico paese al mondo, ha abbassato l'età per la pensione? Perché ha contraddetto in quel modo ciò per cui, a parole, i radicali dicono da anni di battersi?

socialista eretico ha detto...

-Non c'eri? Ti sei perso un grande esperimento di trasparenza, m non temere -


una cosariella che i Radicali dovranno imparare passando da partito provocazione a partito di governo è l' umiltà e la consapevolezza che gli altri quantomeno sono capaci/impegnati come loro.

Ed allora :
non "non c'eri" ma "ci rendiamo conto che il lunedi mattina non era possibile a molti collegarsi quindi provvederemo...."

Michele Amitrano ha detto...

Bella l'idea della chat. Poi vabbé felicissimo della candidatura della Bonino. Ma insomma Giulia il socialista eretico ha radione, andiamoci leggeri coi complimenti, dai Emma mica era la prima a farlo. Suvvia!