1 marzo 2010

Confusa e mazziata

Voi vi fareste governare da un Presidente che considera il rispetto delle regole al pari della cancellazione della democrazia?
Se la mancata consegna della lista Pdl è stata una bella sfiga per la Polverini, di questo abbastanza irresponsabile, la sua risposta ne ha rivelato la totale mancanza di rispetto per la legalità e quindi il fondamento stesso del vivere civile.
Chissà se nella maratona oratoria esprimerà le sue massime sulla burocrazia e denuncerà la mancanza di lotta da parte dei Radicali per l'ammissione del Pdl nella competizione elettorale.
Mah, perlomeno mi sembra un po' confusa.



7 commenti:

Max ha detto...

Mi sorprende che ancora non hanno tirato in ballo le toghe rosse. Se verrà riammessa la lista del PDL credo che rispettare le leggi diventerà solo utopia. Perché loro no ed io si?

Helena ha detto...

..ma avevano il manifesto già pronto?!?

Giulia Innocenzi ha detto...

Forse prevedevano già il casino, visto il lavorio sulle liste!

L'Esorciccio ha detto...

Questi sono eversivi. Lasciarli impunemente calunniare la parte (piccola) dell'Italia che resta e vuole che si resti nell'alveo delle regole e delle leggi, porterà a breve a cattive pieghe...
La gente è facilmente influenzabile oltre che stupida.
Attenzione...

Rigitans ha detto...

Quando sono sceso dall'autobus e ho visto tali manifesti sulla fermata sono rimasto allibito. Ma che faccia da culo(come direbbe il buon Pannella)!

Dicessero ai loro elettori che sono degli incapaci, che stavano litigando per le candidature e che volevano modificare la lista, ed è per questo che sono stati bloccati al ritentro da un esponente socialista e uno radicale...

socialista eretico ha detto...

questo non hanno capito che la democrazia è anche rispetto formale delle regole,

hanno la concezione da monarchia assoluta: l'appello al sovrano/potente di turno affinchè le regole possano essere bypassate.

Gianluca ha detto...

O forse è un modo per attaccare con la solfa che la gsutizia vada riformata...