28 marzo 2010

Scelta di campo

Ho votato per Vasco Errani, senza mettere la croce su uno dei partiti che lo sostiene. Quindi una sola croce, e già mi è pesata tanto.
Ho dovuto votare contro la legge: Vasco Errani non si sarebbe potuto candidare, in quanto concorre per il suo terzo mandato, quando la legge impone un massimo di due.
Per turarmi il naso e votarlo nonostante questa illegalità, ho pensato a due cose:

  1. Gli ultimi giorni della campagna elettorale sono stati all'insegna della scelta di campo, nel senso che da una parte c'è chi è capace di tutto, e dall'altra qualcosa di non meglio definito. La paura per la prima parte mi ha spinta convintamente verso la seconda;

  2. Nonostante tutto sia perfettibile, i dati sulla regione Emilia-Romagna, dalla spesa sociale alle variabili economiche, tracciano un quadro di un lavoro ben fatto, di un'amministrazione che funziona. Ho quindi optato per la continuità.

Si intende: i Radicali non sono candidati in quanto non sono riusciti a raccogliere le firme necessarie. Altrimenti non avrei avuto dubbi.




8 commenti:

Helena ha detto...

Io sono emiliana e mi ritrovo molto con la tua scelta, dopo andrò a far valere il mio diritto di poter votare, non però per motivazioni di preferenza, ma sopratutto per evitare il peggio, e nonostante che la legge non è più uguale per tutti ma interpretabile per pochi, finchè le interpretazioni mantengono un presidente che male alla nostra regione non ha fatto tanto vale sopportare..sono stata indecisa per un po' ma quando ho sentito parlare Debora Serracchiani all'inagurazione della sede del PD del mio paese dicendo che non vuole che l'emilia romagna diventi come il suo friuli in mano alla lega mi sono convinta..

Anonimo ha detto...

Errani è destinato a vincere. Avrei fatto una scelta di campo solo in caso di pericolo. Quindi ho dovuto usare il mio voto per protestare contro una vergognosa campagna di raccolta firme. Non l'ho fatto a cuor leggero. Ho scritto sulla scheda Lista Bonino. Avevo diritto di votarla e l'ho fatto.

Zeno

Peppe ha detto...

non penso sia una buona scelta votare il candidato senza votare alcuna lista: nella mia città alle ultime elezioni il sindaco, di centro sinistra, si è ritrovato con una maggioranza in consiglio di centro destra, limitando quindi molto la sua possibilità di azione

Peppe ha detto...

ps, mi sa che l'orologio del blog è un po sfasato

socialista eretico ha detto...

un voto a SEL potevi darlo :-p

Alessandro ha detto...

ciao Giulia, ho scoperto dal poco il tuo blog che ho inserito tra i preferiti.

non condivido la tua scelta, non tanto per la persona, non conosco Errani e voto in un'altra regione, dove tra l'altro ha vinto un'altro che si presentava per la quarta volta!!!

a furia di turarsi il naso l'italia è finita nella situazione che tutti conosciamo, i politicanti hanno occupato tutti gli spazi di potere senza più regole, ma in fondo forse agli italiani va bene così!

Anonimo ha detto...

Premetto che ho visto ieri la terribile puntata di Annozero, e che sono un elettore del PD... l'interesse per Annozero verso i i diritti civili è pari allo zero. Ieri Bersani si è preso contumelie (da Travaglio fino alla nuova "Erinni" Giulia Innocenzi) per il risultato elettorale. Nessuno tra i presenti si è sentito di ricordare che ieri due neo-governatori leghisti hanno fatto quella uscita incredibile su pillola del giorno dopo; perché nessuno ieri tra i presenti a Annozero ha ricordato che Mercedes Bresso si è spesa come pochi sia per la pillola abortiva, sia per l'appoggio incondizionato a Beppino Englaro? Per i cosiddetti grillini la tav è veramente più importante del testamento biologico e della pillola abortiva? Tutti presi a fare l'elogio di Grillo vi siete dimenticati di sollevare questa cosa, vale a dire le conseguenze tremende del mancato appoggio a Mercedes Bresso... La Bresso moderata? Ma mi si faccia il piacere?E perché ieri nessuno in trasmissione ha sentito il dovere di dire che Bersani è stato coraggioso ad appoggiare la Bonino (e le dichiarazioni della Bonino di ringraziamento a Bersani sono testimonianza della convinzione di Bersani che si è messo contro l'ala cattolica del Pd per sostenere Emma). Perché non è stato nemmeno ricordato il diktat della chiesa contro Bonino e Mercedes? Non mi sembra un gran modo quello di fare giornalismo da parte di Annozero! Giorgio Bellocci

Raistlin_us ha detto...

anonimo detto Giorgio Bellocci, premetto che ognuno ha il parere che vuole su annozero, purtroppo non puo essere lo stesso su alcune cose che scrivi:
1)lo stesso annozero per i diritti civile ha una larga considerazione, non piu tardi di ieri sera ha mandato in onda un servizio su lavoratori magrebini disperati che con le considerazioni politiche del voto non centravano poi tanto
2) travaglio ha sempre castigato questa sinistra di stampo dalemiano ed inciucista, nessuna novità, a maggior ragione se perde voti e si vanta di avere fatto tendenza. Giulia I. pure!
3) i governatori legamerdisti hanno fatto dichiarazioni sulla pillola abortiva non quella del giorno dopo
4) la puntanta di annozero non parlava della Bresso, che si è spesa quanto vuoi sulla pillola, ma non esiste solo quella per farsi votare sopratutto perchè è un problema che i "bigotti" chiamano "di coscienza" e se voleva vincere avrebbe dovuto cercare consensi anche su altri temi
5) la Bresso moderata? beh non mi sembra proprio un estremista....
6)bersani non è stato proprio un caxxo coraggioso sulla bonino, tant'è che l'ha lasciata sola in campagna elettorale evitandola come un appestata (non si è speso piu di tanto per lei, mentre la polverini sentiva il fiato mefitico di silvio anche la notte) e non volendo candidare Zingaretti per paura delle primarie e della figura barbina fatta da marrazzo. Anzi ha fatto benissimo la bonino ad imporsi al pd, tipo vendola style
7)a me non sembra cosi malvagio annozero, ma sai io sono di sicuro un comunista.....
Peace