11 aprile 2010

Dentro un quadro





4 commenti:

Gianluca ha detto...

Come mai nel quadro?

Giulia Innocenzi ha detto...

Ero alla mostra di Edward Hopper a Roma!

Gianluca ha detto...

pensavo ad una scelta mirata...di carattere "pubblico", un significato recondito.

A me sembra, con la tua "apparizione", rappresentare un cittadino qualunque che rimane assopito dalle sue certezze e non riesce a captare le voci non conformate.

A titolo del tutto personale, bellissimo e beffardo quel sorriso!

Anonimo ha detto...

Avrei voluto essere al posto del manichino.
Dovrò farmi manichino per la prossima mostra.. ma sembrerei finto :-)

Saluti
Giulio