23 aprile 2010

Roba da non credersi


Sorprende che il Ministro per le Pari Opportunità, davanti a un ragazzo che viene dal Marocco, che è da 12 anni in Italia, che parla con accento piemontese, che racconta che avendo scelto di studiare (ha già la triennale, ora sta prendendo la laurea specialistica) e quindi non producendo reddito, secondo la legge italiana non ha neppure i requisiti per richiedere la cittadinanza, risponda così:
Personalmente non ho mai visto un rappresentante delle forze dell'ordine sbattere in faccia i documenti a nessuno.
Ah no, Ministro? Cioè lei ci sta dicendo che un poliziotto con lei davanti non abbia mai abusato della divisa per far valere il proprio potere nei confronti dei più deboli?
Roba da non credersi.


9 commenti:

Francesco ha detto...

Perchè ci si poteva aspettare qualcosa di diverso?

Gianluca ha detto...

Se dobbiamo credere che le Forze dell'Ordine siano un manipolo di burattini in mano al Governo, allora non ci sto. La maleducazione o l'inciviltà non è sinonimo di appartenente alle Forze dell'Ordine.
Se pensiamo che debbono ubbidire a direttive specifiche di "politica preventiva", allora questo è un altro discorso...pensate agli organismi interprovinciali di Carabinieri, Polizia o Guardia di finanza, alla carenza di fondi (benzina, straordinari ecc...) e chiedetevi poi quali mai potranno essere gli obiettivi dei controlli...
E, anche se fuori discussione, vi chiedete ancora perchè non è nefasta l'idea di abolire la dipendenza funzionale dalla Magistratura delle forze di polizia?

Max ha detto...

Scusa ma cosa doveva dire la Carfagna? Già è molto che non ha menzionato Berlusconi... :) Giulia, stamattina ho sentito Alessandro Sallusti dire che la puntata di "AnnoZero" era fasulla e che non rappresentava la realtà di Adro. Sto tizio ha anche detto che al Nord non c'è razzismo. Ha aggiunto che il razzismo sta solo nel Sud...

Jose Gragnaniello ha detto...

La Carfagna non ha menzionato Berlusconi ma si fa quotidianamente minzionare da lui...

Matteo ha detto...

Io dalla Carfagna non mi aspettavo nulla. Devo dire che è la prima volta che la vedo in una trasmissione, da quando è passata dalle pareti delle case degli italiani a quelle delle case di berlusca. Tuttavia ha iniziato con il solito discorso demagogico ed ha finito pure peggio

Anonimo ha detto...

Porella la Carfagna, ancora con quegli occhi spalancati, non deve essere stato facile per lei guadagnarsi la poltrona del ministero, la visione dello psiconano nudo deve essere davvero terrificante.

Fabrizio ha detto...

... è sciupatella parecchio ... la Carfagna.

Dicevo ... per quanto riguarda l'immigrazione, è solo questione di tempo, quello che questo paese non vuole capire, gli arriva puntualmente sulla testa.

Luca Picello ha detto...

Ciao a tutti. Comunicazione di servizio: io son nativo di Brugine, proprio del servizio mandato in onda subito prima.
Da quello che mi è stato detto, gli extracomunitari sfrattati non pagavano l'affitto da enne anni ed erano residenti in una casa privata, non popolare.
Qualcuno può darmi altre informazioni?
Credo che visto che la residenza fosse in proprietà provata, ci sia indubbiamente il diritto allo sfratto. Ma quali sono i crismi comunali, regionali, ecc che regolano (per italiani ed extracomunitari) questi problemi? Possono i cittadini su un contributo comunale anche se non risiedono in casa popolare? Grazie

Anonimo ha detto...

Come bresciano mi sono vergognato come un cane alle uscite stupide e becere del sindaco e dei suoi concittadini.Ma vi posso assicurare che non siamo tutti cosi. Solo pochi e ignoranti e chissa perchè tutti leghisti o quasi.